La nostra storia

Madre Giuseppina Vannini

Piccola orfana, di gracile costituzione fisica, timida, piuttosto silenziosa e allo stesso tempo riflessiva, attraente, gioviale, attiva e raccolta. prova2Una giovane su cui c’è un disegno del Signore, una giovane che si lascia condurre docilmente, abbandonandosi con fiducia. «Il Signore esalta l’umile e sempre si serve del poco per operare cose grandi» – dirà. Se ciò è vero dobbiamo concludere che tutta la vita della Madre Giuseppina non è stata altro che la trasparente manifestazione di questa predilezione di Dio per i semplici, per gli umili di cuore.

Essa diceva che «la fondazione è una pianticella che apparteneva completamente al Signore».

Lei aveva trovato il senso della sua identità nell’incontro con l’Amore incondizionato di Gesù che l’aveva fatto sua e l’aveva abilitata a donare tutta se stessa ad una comunità di giovani suore con le quali servire insieme i malati con quello stesso amore con il quale sono state amate dal Signore e si amano fra di loro.

Pellegrinaggio virtuale

Canti

Fermezza e bontà

Cara Madre

Per saperne di più su Madre Giuseppina Vannini

Padre Luigi Tezza

Luigi aveva ricevuto fin da piccolo, molto probabilmente grazie alla mediazione dell’esperienza interiore della Sua mamma, una peculiare rivelazione dell’amore del Signore che ha delineato il suo evolvere in un abituale essere pervaso da una comunione intima con il Suo amore comprensivo e compassionevole, che tutto copre, che tutto soffre e non ha mai fine.
Nel groviglio ambito storico-umano in qui è vissuto dove si intersecavano strade e paesi, eventi nazionali e internazionali esplosivi, rivoluzioni e scenari di missioni, incomprensioni personali e estrani interessi, padre1il buon padre Tezza serbava sempre inalterabile calma di spirito e dischiudeva i cuori con la sua dolcezza ad essere pervasi dallo Spirito che fa provare pace e consolazione nell’intimo.
Lasciandosi adoperare con la massima docilità da questo Spirito, contagia, una a una, alcune giovani che iniziano a donarsi al Signore e a servirlo nei fratelli  con la tenerezza di una mamma.
 Viveva immerso in una misericordia senza misura, in un servizio in cui non si riservava niente per sé,  (ne tempo, ne forze, ne beni) donandosi ai malati più bisognosi nelle corsie degli ospedali o nelle case private a Roma, a Lille in Francia e poi in Lima nel Perù, con un abbandono fiducioso e sereno fra le braccia del Signore, scriveva alle sue figle: “navigo tranquillamente nella barchetta della volontà di Dio”.

Canti

Grande gioia

Dio della speranza

Arrivederci in cielo

Per saperne di più su Padre Luigi Tezza


One thought on “La nostra storia

  1. Pingback: News

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s