News

Domenica, sole e voley!!!
Essere del Signore amando sempre, nella gioia e nella fraternità!!!
voley


Nuovi colori internazionali a Lamego – Portogallo

Una comunità eccezionale!!! La Superiora Sr Liliana è colombiana, Sr Fatima è portoghese, Sr Sirlene è brasiliana e adesso è arrivata Sr Niña dalle Filippine!!! Una comunione di cuore colma di doni, di gioia e di fraternità!!!
52011437_1954656794840986_4516778189057425408_n
Quando la natura e la generosità dei fratelli ci vengono incontro – Brasile
Asta di bestiame e vari doni per la Casa per Anziani São Camilo di Resende Costa, promossa dal fratello di padre Eder di Coronel Xavier Chaves. L’asta si è realizzata nella fattoria Brumado, un posto bellissimo che appartiene alla famiglia dal grande bisnonno di padre Eder.
Leilão de gado e diversas prendas em prol do LAR SÃO CAMILO DE RESENDE COSTA-MG, promovido pelo irmão do Pe. Eder de Coronel Xavier Chaves. O local foi a fazenda Brumado. Um lugar lindo que pertence a família desde o bisavô.
Il grazie delle sorelle – Sri Lanka
Ultimi giorni di visita della nostra Madre tra le sorelle della comunità dello Sri Lanka, con grande gioia e affetto hanno accolto la carissima Madre. Ci inviano queste foto, mentre la Madre e Suor Lancy già stanno in viaggio di ritorno, sentendo già la loro mancanza!
Buona continuazione carissime sorelle il Signore benedica la vostra preziosa missione tra i nostri fratelli più bisognosi. Unite sempre nella preghiera.

Sr Mildred in Ungheria

Che bello vedere le care sorelle finalmente insieme. La Superiora Sr Lucia, Sr Laura e adesso anche Sr Mildred!!! Auguri care sorelle!!!

Giornata del Malato

Le sorelle hanno  avuto  la fortuna  di celebrare  il 10 febbraio la Santa messa  con il Cardinale  Philippe e alla sera con Monsignor  Prospero, camilliano.

L’11 febbraio  la giornata Mondiale del Malato hanno celebrato con gli studenti del Centro di Formazione Professionale San Camillo!
Le stupende ragazze del Centro
Il giorno 5 febbraio è stata inaugurata la nostra nuova maternità; e proprio un’ora prima è nata questa bellissima bambina che Suor Delfina ci mostra, un dono di Dio ricevuto con grande gioia da parte delle sorelle e la sua famiglia!!
Cercate la semplicità
La nuova rivista on-line per immergerci nella spiritualità del Padre Luigi Tezza e della Madre Giuseppina.

1

Vai alla rivista!!!

Festa e partenza – India
Giovani verso il Brasile
Suor Myriam è partita il 14 febbraio verso Brasile insieme alle giovane postulanti Lina Marcela e Daniela per continuare la loro formazione nel noviziato di Atibaia.
Vi accompagniamo con la preghiera in questa nuova tappa! San Camillo e i nostri Beati Fondatori vi assistano.

With the handicapped children

Ridare servizi ai malati – Chungakkunnu (India)
La nostra carissima Madre Zelia ha fortemente desiderato ripristinare i servizi dell’Ospedale San Camillo di Chungakkunnu. In occasione della sua visita le sorelle le hanno donato la gioia di partecipare all’inaugurazione e benedizione di nuova apparecchiature radiologiche.

Giornata Mondiale del Malato – Casoria

“Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”, con queste parole del Vangelo è stata ufficialmente inaugurata al Presidio ospedaliero Santa Maria della Pietà di Casoria, gestito dai religiosi Camilliani, la XXVII giornata mondiale del malato. Dopo un triduo di preparazione iniziato giovedì scorso e organizzato in ogni dettaglio da fratel Carlo Mangione, che è anche il direttore generale dell’ospedale casoriano, ha vissuto il suo clou nella giornata odierna iniziata molto presto, alle 7,00, con il Santo rosario e le Litanie lauretane. Alle 16,30 il Santo Rosario è stato anche recitato nei reparti, animato dalle suore “Figlie di San Camillo”.
Alle 18,30 poi la solenne celebrazione eucaristica di chiusura presieduta da sua Ecc. Mons. Lucio Lemmo, vicario generale della Diocesi di Napoli.
Al termine della Santa Messa fiaccolata e consacrazione a Maria dei malati, degli operatori sanitari e di tutto l’ospedale. Fratel Carlo Mangione nei giorni scorsi ha incontrato anche i volontari dell’Avo in un incontro di preparazione in vista del più importante evento odierno.

Quando arriva San Camillo – Sinop (Brasile)

La comunità parrocchiale di Sinop, con grande devozione da il saluto alla statua pellegrina di San Camillo e la scatola contente le bende del Santo, che ha visitato la parrocchia a motivo dell’apertura dell’anno vocazionale camilliano.

Gesù nell’Eucaristia e Maria – Paraguay

La comunità di Iturbe festeggia il primo anno insieme hai “doni” più belli 

Un cuore pieno di amore per i malati – Filippine

La reliquia del cuore di San Camillo, porta consolazione e sollievo ai malati e sofferenti in terra Filippina

Catholic devotees arrive to venerate the Incorrupt heart relic of St. Camillus de Lellis at the Nuestra Señora de Annunciata in Bosoboso, Antipolo on Sunday evening, a day before the observance of the World Day of the Sick. St. Camillus de Lellis is the patron saint of the sick and health workers.

The heart relic of St. Camillus de Lellis, patron saint of the sick, doctors, and nurses, is in the Philippines for a two-month visit. In several places, queues of people have lined streets outside churches waiting to have a glimpse of the relic and offer their prayers. St. Camillus was a priest confessor and a miracle worker who treated and cared for the sick. He established the Ministers of the Sick known as the Camillians, a religious congregation. Photos by Maria Tan.

Con le ali al vento

Non pioveva, a Roma, in quella fresca mattina di febbraio. Si inseguivano nel cielo nuvole gonfie di vento in tante sfumature di grigio. Gli venivamo incontro e ancora ansimanti sulle scale, ci ha accolto Laila, la gioccarellona custode del nostro grande amico che vive vicino al ciel…

La casettina sul tetto era stata riordinata la vigilia, dalle volenterose suorine, che avevano pulito fino a non poterne più. L’ampia terrazza offre alcuni vasi verdeggianti che la rendono gradevole, dove accanto alla casetta si affaccia un grazioso gazebo bianco che quella mattina intrappolava il vento e sbuffava gonfiandosi. La guaina del tetto è logora e preservava ancora il passaggio dei piccioni per cui aveva bisogno di cure, mettersi a spazzare con quel vento era improponibile, inconcludente, avventuroso… e sommamente uno spazzo!!! Certo, eravamo un pochino perplesse, ma di ottimo umore e avevamo ancora un po’ di tempo prima della festa… così determinate e sorridenti allestimmo due tavolini con una tenue tovaglia, presto fatto 4 sedie, poi prendiamo altre dentro, che i ragazzi puliscono disinvolti come ottime casalinghe. “Non basteranno” – eravamo un bel gruppo – “allora?”. Si prende una vecchia porta, la si avvolge in sacchi di plastica afferrati con abbondante nastro adesivo ed il divano è pronto! Arriva Suor Laura con fragranza di focacce appena sfornate, dal suo pentolino uscivano folate odorose di salcicce col sughetto che si libravano sul tegame con polenta a fette, ovviamente c’erano patatine e monachelle e tante mani a servire e a condividere il simpatico “fuori porta” sui tetti di Roma. Avevamo, infatti, davanti le cupole e il trecentesco campanile romanico di Santa Maria Maggiore, mentre alla nostra destra ci osservava furtivo lo sguardo dorato del Sacro Cuore che sorveglia la chiesa di fronte a stazione Termini.

E in questa cornice scenografica, giovani alla ricerca delle vette, con le ali al vento, si mettono a repentaglio su terre estreme, per fare scoccare una speranza d’amore in questo grande uomo che vive sui tetti di Roma. Verso di Lui, i ragazzi sentono una sintonia unica, perché trovano la profondità di chi ha attraversato gli oceani nella solitudine delle grandi navi mercantili, la tempra del silenzio e delle notti stellate su un mare sconfinato, la ricchezza umana di chi ha vissuto dentro ad altre culture e popoli, l’ilarità dirompente di chi ha assaggiato la durezza ma ha conservato la bontà nel cuore e la semplicità di un bambino… Un uomo delicato e gentile dentro una corteccia di esperienze dure.

Una amicizia vera, un botto al cuore la relazione che i giovani istaurano con Lui, e come Lui gli aiuta ad uscire, a tirare fuori quella meraviglia che sono, perché Slobodan è un respiro di libertà, uno spirito senza coordinate e dunque passe-partout…

Mentre bandierine e “Tanti Auguri” volteggiavano spassose gli è sfuggito una fessura intrappolata nell’intimo vero dell’essere, attraverso la quale fluì il Suo regalarsi con voce aspra e profonda di mare…: “ragazzi, io vi ringrazio perché voi mi fatte sentire che mi volete bene, e mi fatte capire che io non sono solo, perché mi trovo con voi come se avesse una famiglia”…

Ho scattato anche qualche foto perché vedere può essere occasione per sperimentare un momento di grazia che apre al desiderio di conoscere il senso più profondo della vita.

DSC_0138

Giornata mondiale del malato – Paraguay

51982445_1273681099474561_1051877395331547136_o

L’immagine di Nostra Signora Aparecida in mezzo a noi (Brasile)

L’immagine di San Camillo arriva a Sinop (Brasile)

PEREGRINAÇÃO DA IMAGEM DE SÃO CAMILO EM SINOP-MT

La nostra Carissima Madre incontra la sorelle a Chungakunnu

Giorno di festa ad Atibaia – Brasile

Una carezza di misericordia fra le malate di Kottayam

Più cuore

Quando il cuore di San Camillo va in giro, accadono cose inimmaginabili, come quando incontra chi assiste la persona dentro i suoi vissuti di malattia, come suole una madre assistere il suo unico figlio gravemente infermo. Toccare, cantare, ascoltare, camminare dietro ad un cuore, che ha saputo amare! Un modo nuovo di prendersi  a cuore l’assistenza infermieristica, fatto di segni e gesti colmi di significati. Con il cuore nelle mani per aiutare la persona a prendersi cura di sé lungo il percorso della sofferenza…

52001757_1731879713624264_1179354653196812288_n

La gioia della festa – Mangalore (India)

Festa di conclusione della visita della nostra carissima Madre Zelia nella comunità di Jeevadaan, nostro centro di assistenza e di sostegno per le persone che vivono con l’HIV / AIDS  a Mangalore

Mangalore: Celebrazione Eucaristica e benedizione della statua di San Camillo

Essere di Gesù

Essere di Gesù è gustare ogni giorno la soave esperienza di essere amate… di avere un rifugio sicuro nelle tempeste, una scintilla nel profondo della notte che Ti guida alla pace… lungo i primi 25 anni di consacrazione piena a Lui si vivono missioni forti che scoprono tutto di Te e si approda ad una certezza: “il Signore è buono… il Signore mi ama da morire, e non mi lascerà mai…” Per questo insieme con Sr Monique giubiliamo nella lode e nella gratitudine!!!

Incontrare le sorelle – Bangalore (India)

Madre Zelia nella comunità di Bangalore partecipa alla festa della presentazione del Signore al Tempio e la benedizione della Nuova grotta della Madonna.

Fare il pane insieme, magiare alla stessa tavola – Erval Velho (Brasile)

Em Erval Velho (SC), as moradoras se divertem fazendo päo.

Il fervore della festa allo juvenate garçon è attivato! – Ouagadougou (Burkina Faso)

Attualmente le giornate di abbigliamento. Oggi 28 gennaio: giornata dell’abbigliamento tradizionale.

Ferveur de la fête du Juvénat (02 février) activée !
Présentement les Journées vestimentaires;
– Ce jour 28 Janvier : Journée traditionnelle.

Per essere me stesso ho bisogno dell’altro!

“Dio non è Solitudine, ma Comunione; è Amore, e perciò comunicazione, perché l’amore sempre comunica, anzi comunica se stesso per incontrare l’altro…. In virtù del nostro essere creati ad immagine e somiglianza di Dio che è comunione e comunicazione-di-sé, noi portiamo sempre nel cuore la nostalgia di vivere in comunione, di appartenere a una comunità. Il contesto attuale chiama tutti noi a investire sulle relazioni, ad affermare anche nella rete e attraverso la rete il carattere interpersonale della nostra umanità. «Nulla, infatti – afferma San Basilio –, è così specifico della nostra natura quanto l’entrare in rapporto gli uni con gli altri, l’aver bisogno gli uni degli altri». La fede stessa, infatti, è una relazione, un incontro; e sotto la spinta dell’amore di Dio noi possiamo comunicare, accogliere e comprendere il dono dell’altro e corrispondervi. La fede stessa, è un incontro! Per essere me stesso ho bisogno dell’altro! Il termine persona denota infatti l’essere umano come “volto”, rivolto verso l’altro, coinvolto con gli altri. L’autentico cammino di umanizzazione va dall’individuo che percepisce l’altro come rivale, alla persona che lo riconosce come compagno di viaggio. Una rete non fatta per intrappolare, ma per liberare, per custodire una comunione di persone libere. La Chiesa stessa è una rete tessuta dalla comunione eucaristica, dove l’unione non si fonda sui “like”, ma sulla verità, sull’“amen”, con cui ognuno aderisce al Corpo di Cristo, accogliendo gli altri.” (Messaggio del Santo Padre Francesco per l a 53ma Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali)

Essere di Dio per amare i fratelli!!! – Atibaia (Brasile)

Oggi a Granja Viana e alcune nostre sorelle che attendevano l’inizio del Ritiro ad Atibaia hanno avuto la gioia e la consolazione di partecipare alla professione religiosa di cinque fratelli camilliani. Dio concedi la santa perseveranza ai cinque Neoprofessi.

PROFISSÃO DE CINCO NOVIÇOS CAMILIANOS: ocorreu hoje na Granja Viana e algumas de nossas irmãs que aguardam o começo do Retiro em Atibaia foram prestigiar. Deus conceda a santa perseverança aos cinco neo professos.

Accanto alle giovani, seguendo i loro passi con cuore camilliano – Salta (Argentina)

Insieme al cuore di Cristo, il cuore dell’uomo impara a conoscere il vero e unico significato della sua vita e del suo destino, a comprendere il valore di una vita autenticamente cristiana, ad evitare certe perversioni del cuore umano, ad unire l’amore filiale verso Dio con AMORE PER IL PROSSIMO! (Giovanni Paolo II)

Junto al corazón de Cristo, el corazón del hombre aprende a conocer el sentido verdadero y único de su vida y de su destino, a comprender el valor de una vida auténticamente cristiana , a evitar ciertas perversiones del corazón humano, a unir el amor filial hacia Dios con el AMOR AL PRÓJIMO! (Juan Pablo II)

Paesaggi mozzafiato fanno da cornice all’amore fra le sorelle dell’Ungheria

L’incontro della Madre con le sorelle dell’India

Il coro camilliano del cielo!

Questa mattina è partita per il cielo la nostra cara sorella Sr Carolina Di Stefano, avvolta dalle cure e dall’affetto delle sorelle che ora la attorniano nella preghiera… Ci consola la gioia di saperla felice in cielo a cantare in eterno la Sua misericordia dopo di aver servito con tanta dedizione e generosità i fratelli ammalati…

dsc_0076dsc_0080lastscan

Uniti fra noi possiamo cambiare il mondo

Nella giornata vocazionale diocesana i giovani hanno ringraziato il Signore per il dono della vita e per tutte le persone che di cuore le accompagnano nel loro cammino. Insieme a loro hanno camminato e gioito vivendo la comunione, hanno pregato nel silenzio rinnovando il loro consegnarsi nelle mani del Signore…

Gracias a Dios por la vida y la gente buena que me acompaña… entre-todos-renovamos-la-historia. jornada vocacional arquidiocesana.

Danza e festa – Andhra Pradesh

Una indescrivibile gioia – Andhra Pradesh/ Carmelaran (India)

Non abbiamo parole per descrivere la gioia trasparente e genuina con cui le piccole ospiti di Carmelaran si sono preparate alla visita della nostra Carissima Madre Zelia!!! Al suo arrivo è esplosa la festa e i loro sguardi, i loro gesti semplici esprimevano meglio di qualunque discorso l’amore di tutta l’India per questa Madre amorevole che Dio ci ha donato. Ringraziamo la nostra amata Madre per questo suo passaggio di grazia in mezzo a noi e vogliamo esprimerLe tutto il nostro affetto con queste foto che raccontano il miracolo della misericordia e la gioia di servirlo nei fratelli più piccoli…

Risonanze e foto di un incontro eccezionale – Arguello (Argentina)

“Vale la pena dedicarse a la causa de Cristo “
Gracias a la Familia Camiliana , Hijas de San Camilo por abrir las puertas de su congregación y compartir el Carísima de San Camilo en su servicio a los enfermos; ver a Jesus en ellos! “
fue una gran experiencia

Incontro e gioia per celebrare!!! – Brasile

Oggi in un bel incontro fraterno celebrato innanzitutto nella Santa Messa presieduta dal padre camiliano Gerardo Bogoni, poi nel agape fraterna, festeggiamo con la Superiora Suor Odila il dono della vita e della sua donazione al nostro Istituto. Erano presenti, oltre alla comunità della casa centrale, sorelle di altre comunità, cinque novizi camilliani, che accompagnavano il loro maestro, Padre Bogoni; e anche le aspiranti e le giovani in ricerca vocazionale. E ‘ stata una bella occasione per incontrarci e condividere la nostra gioia.

ANIVERSÁRIO DA SUP. PROVINCIAL DO BRASIL, IR. ODILA: Hoje num belo encontro fraterno celebrado primeiramente na Santa Missa rezada pelo padre camiliano Geraldo Bogoni, depois na refeição em comum, comemoramos com a Sup. Odila o dom de sua vida e sua doação ao nosso Instituto. Estavam presentes, além da comunidade da Casa Central, Irmãs de outras comunidades, cinco noviços camilianos, que acompanhavam seu mestre, Pe. Bogoni; e também as aspirantes de vocacionadas. Foi uma grande oportunidade de nos encontrarmos e partilharmos nossa alegria.

È il popolo di Dio in festa! – Missione Brasile

Ogni giornata della missione si conclude con la Santa Messa, dove la comunità ringrazia il Padre per i doni e offre il vissuto della giornata in cui si è lavorato con amore.

É o povo de Deus em festa!

Os trabalhos se encerram com a Santa Missa, onde a comunidade agradece ao Pai pelos dons e oferecendo o dia vivido e trabalhado com amor.

L’incontro giovanile ad Arguello in Argentina!

La gioia della comunione, i momenti di preghiera, gli approfondimenti in sala, l’esperienza con le ospiti della nostra casa per la persone della Terza Età e il pellegrinaggio al Santuario del Santo Cura Brochero…