News

Domenica delle Palme a Grottaferrata 

Via Crucis a Villa Serena

Nonne e chioccolato

A cioccolata pura! I nonni hanno iniziato a preparare uova e cioccolatini per la Pasqua!!!

¡A puro chocolate! Los abuelos comenzaron a preparar huevos y bombones para Pascua

Incontro di riflessione

Cocente e accattivante il tema proposto da Padre Gianfranco Lunardon, solari e disinvolti gli scambi fraterni, cordiali i momenti di comunione. Una giornata intensa e piena di luci, quella vissuta dal collaboratori dell’Ospedale Madre Giuseppina Vannini convenuti nella Casa generalizia per un momento di approfondimento in preparazione alle Celebrazioni Pasquali!!!

Señor que quieres de mí – Salta (Argentina)

Incontro di preghiera e approfondimento con i giovani nella Parrocchia del Sacro Cuore organizzato dalla Pastorale Vocazionale di Salta!!!

Quando le giovani dicono sì – Messico

Giovani mosse dall’amore, colme d’amore che dicono sì nell’amore per essere strumenti del Suo amore misericordioso che guarisce le ferite del cuore…

Da Buenos Aires fino a Salta per dire il nostro Sì alla vita – Argentina

Sabato scorso la Marcia per la vita in Argentina ha riunito oltre 2 milioni di persone in tutto il paese per difendere la vita del nascituro e della madre, dopo il dibattito che si è svolto nel 2018 al Congresso Nazionale dove si invalidò la legalizzazione dell’aborto. Secondo il comitato organizzatore la cifra a Buenos Aires ammontava a circa 300 mila persone e c’erano oltre 2 milioni e 500 mila persone sparse in 210 città del paese come Tucumán, Córdoba, Paraná (Entre Ríos), San Luis, Catamarca, Rosario, Reconquista ( Santa Fe), La Rioja, Santa Rosa (La Pampa) e Salta, tra gli altri. Le nostre sorelle hanno partecipato alle manifestazioni di Buenos Aires y de Salta insieme con numerose giovani della pastorale giovanile!!!!

32883

Este sábado la Marcha por la Vida en Argentina reunió a más de 2 millones de personas en todo el país para defender la vida del niño por nacer y de la madre, luego del debate ocurrido en 2018 en el Congreso de la Nación donde fue rechazada la legalización del aborto.

Según el comité organizador la cifra en Buenos Aires ascendió a unas 300 mil personas y hubo más de 2 millones 500 mil personas repartidas en 210 ciudades del país como Tucumán, Córdoba, Paraná (Entre Ríos), San Luis, Catamarca, Rosario, Reconquista (Santa Fe), La Rioja, Santa Rosa (La Pampa) y Salta, entre otras.

tConcerto Flauto e Pianoforte – Treviso

Il prossimo venerdi 23 marzo si svolgerà presso l’Ospedale San Camillo di Treviso un concerto per Flauto e Pianoforte con un nutritissimo programma:

Senza titolo-4

Pezzi romantici per violino e pianoforte op.75 di Dvorak; Scherzo dalla Sonata F.A.E di Brahms e Sonata n.2 per violino e pianoforte in Re minore “Grosse Sonate” op.121 di Schumann. Artisti di fama internazionale eseguiranno i brani: la violinista Marina Miola e la pianista Monica Stellin.

Ai piedi di Maria – Brasile

Pellegrinaggio alla Madonna Aparecida alla fine del nostro corso di esercizi. In questa ultima domenica è terminato il ritiro predicato da Padre Cleber della Trinità, dei Carmelitani Scalzi. Ringraziamo Dio per questo tempo di grazia e oggi, ad Aparecida, visitiamo la nostra Madre Santissima.

Final do retiro de março em Atibaia – Nesse último domingo terminou o Retiro pregado pelo Frei Cléber da Trindade, dos Carmelitas Descalços. Agradecemos a Deus por esse tempo de graças e hoje, em Aparecida, visitamos nossa Mãe Santíssima.

Essere, come San Giuseppe, un sì vivente!

Subito dopo l’ìncipit della quaresima, ci ristora la solennità di San Giuseppe, Sposo della Beata Vergine Maria. “Giuseppe ha cresciuto Gesù, l’ha difeso, si è preso cura di Lui, ma sopratutto è stato, come Maria, che ha intensamente amata, colui che ha colto tutti i segni della Volontà di Dio, senza riserve – ha esordito don Orlando nella sua omelia – Giuseppe ha detto sempre un sì totale alla Volontà di Dio. Egli è quella creatura che, come Maria, non solo ha detto sì, ma si è fatto sì, un sì vissuto totalmente con la vita e perciò il sì totale a Gesù.”

Senza titolo-1

Rivolgendosi, poi, a Sr Zena, che celebrava i suoi 50 anni di vita consacrata, continuò “ecco Sr Zena, il sì al Signore che Tu hai detto quando il Signore Ti ha chiamato. Un sì che è diventato un sì ai fratelli e alle sorelle nel servizio totale…”

DSC_0187

Ha concluso con un pensiero alle giovani che rinnovavano la loro consacrazione a Dio, “oggi le sorelle rinnovano il loro sì, come ha fatto Maria, come ha fatto Giuseppe, come ha fatto anche la beata Giuseppina. Ma anche noi, che siamo presenti a questa celebrazione, rinnoviamo con il cuore il nostro sì”.

Solennità di San Giuseppe – Filippine

Incontro dei giovani in ricerca vocazionale – Salta (Argentina)

Udienza ai Religiosi e alle Religiose della Famiglia carismatica Camilliana

Alle ore 11.30 di questa mattina, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i Religiosi e le Religiose della Famiglia carismatica Camilliana.

Pubblichiamo di seguito il discorso che il Papa ha rivolto ai presenti nel corso dell’incontro:

Care sorelle e cari fratelli,

è con gioia che accolgo tutti voi, rappresentanti delle diverse espressioni della Famiglia camilliana! Vi saluto con affetto e ringrazio Padre Pessini per le sue parole. E chiedo al Signore che gli conservi il senso dell’umorismo: Lei non avrà mai l’ulcera allo stomaco! Voi siete costantemente impegnati in una donazione amorevole e generosa verso i malati, svolgendo una missione preziosa, nella Chiesa e nella società, accanto ai sofferenti. Quando la malattia arriva a turbare e a volte a sconvolgere la nostra vita, allora sentiamo forte il bisogno di avere accanto a noi un fratello o una sorella compassionevole e anche competente, che ci consola, ci sostiene, ci aiuta a recuperare il bene prezioso della salute, oppure ci accompagna fino alle soglie del nostro incontro finale con il Signore!

cq5dam.1

Tutta la Chiesa nel suo insieme ha ricevuto dal suo Maestro e Signore il mandato di annunciare il Regno di Dio e curare i malati (cfr Lc 9,2), a imitazione di Lui, Buon Pastore, Buon Samaritano, che è passato su questa terra «beneficando e sanando tutti coloro che erano prigionieri del male» (Prefazio comune VIII). Ma in particolare a San Camillo de Lellis e a tutti coloro che ne seguono l’esempio, Dio ha elargito il dono di rivivere e testimoniare l’amore misericordioso di Cristo verso i malati. La Chiesa lo ha riconosciuto come un autentico carisma dello Spirito. Voi lo vivete in maniera esemplare, traducendolo in vita secondo il doppio binario dell’assistere direttamente i malati, specialmente i più poveri, nei loro bisogni corporali e spirituali, e dell’insegnare ad altri il modo migliore di servirli, a beneficio della Chiesa e dell’umanità.

Tutti i carismi «sono i regali che ci dà lo Spirito Santo […]. Regali dati non perché siano nascosti, ma per parteciparli agli altri. Non sono dati a beneficio di chi li riceve, ma per l’utilità del popolo di Dio. Se un carisma, invece, […] serve ad affermare se stessi, c’è da dubitare che si tratti di un autentico carisma o che sia fedelmente vissuto. I carismi sono grazie particolari date ad alcuni per fare del bene a tanti altri» (Catechesi, 6 novembre 2013). Hanno sempre un carattere transitivo: sono orientati verso gli altri. Nel corso degli anni, voi vi siete sforzati di incarnare con fedeltà il vostro carisma, traducendolo in una molteplicità di opere apostoliche e in servizio pastorale a beneficio dell’umanità sofferente in tutto il mondo.

Nel solco di questa missione, che alcuni membri delle vostre famiglie religiose hanno vissuto in modo eroico diventando modelli di santità, siete chiamati a proseguire il vostro servizio in maniera profetica. Si tratta di guardare al futuro, aperti alle forme nuove di apostolato che lo Spirito vi ispira e che i segni dei tempi e le necessità del mondo e della Chiesa richiedono. Il grande dono che avete ricevuto è ancora attuale e necessario anche per questa nostra epoca, perché è fondato sulla carità che non avrà mai fine (cfr 1Cor 13,8). Come parte viva della Chiesa, inviata a diffondere il Vangelo perché gli uomini «abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza» (Gv 10,10), voi avete la meravigliosa opportunità di farlo proprio mediante i gesti della cura della vita e della salus integrale, tanto necessarie anche nel nostro tempo.

Dal carisma suscitato inizialmente in San Camillo, si sono via via costituite varie realtà ecclesiali che formano oggi un’unica costellazione, cioè una “famiglia carismatica” composta di religiosi, religiose, consacrati secolari e fedeli laici. Nessuna di queste realtà è da sola depositaria o detentrice unica del carisma, ma ognuna lo riceve in dono e lo interpreta e attualizza secondo la sua specifica vocazione, nei diversi contesti storici e geografici. Al centro rimane il carisma originario, come una fonte perenne di luce e di ispirazione, che viene compreso e incarnato in modo dinamico nelle diverse forme. Ognuna di esse viene offerta alle altre in uno scambio reciproco di doni che arricchisce tutti, per l’utilità comune e in vista dell’attuazione della medesima missione. Qual è? Testimoniare in ogni tempo e luogo l’amore misericordioso di Cristo verso i malati.

cq5dam.web.800.800 (7)

San Camillo de Lellis, che tutti riconoscete come “Padre”, è vissuto in un’epoca in cui non era ancora maturata la possibilità della vita consacrata attiva per le donne, ma solo quella di tipo contemplativo e monastico. Egli ha costituito, pertanto, un Ordine di soli uomini. Tuttavia, aveva ben compreso che la cura verso gli infermi doveva essere praticata anche con gli atteggiamenti tipici dell’animo femminile, tanto da chiedere ai suoi religiosi di servire i malati «con quell’affetto che una madre amorevole suole avere per il suo unico figlio infermo» (Regole della Compagnia delli Servi degli Infermi, 1584, XXVII). Le due Congregazioni femminili sorte nell’Ottocento e gli Istituti secolari nati nel secolo scorso hanno dato completezza all’espressione del carisma della misericordia verso gli infermi, arricchendolo delle qualità spiccatamente femminili dell’amore e della cura. In questo vi accompagna e vi guida la Vergine Maria, Salute dei malati e Madre dei consacrati. Da lei impariamo come stare accanto a chi soffre con la tenerezza e la dedizione di una madre. Mi fermo un po’ su questa parola “tenerezza”. È una parola che oggi rischia di cadere dal dizionario! Dobbiamo riprenderla e attuarla nuovamente! Il cristianesimo senza tenerezza non va. La tenerezza è un atteggiamento propriamente cristiano; è anche il “midollo” del nostro incontro con le persone che soffrono.

Cari fratelli e sorelle, vi incoraggio a coltivare sempre tra voi la comunione, in quello stile sinodale che ho proposto a tutta la Chiesa, in ascolto gli uni gli altri e tutte e tutti in ascolto dello Spirito Santo, per valorizzare l’apporto che ogni singola realtà offre all’unica Famiglia, così da esprimere più compiutamente le molteplici potenzialità che il carisma racchiude. Siate sempre più consapevoli che «è nella comunione, anche se costa fatica, che un carisma si rivela autenticamente e misteriosamente fecondo» (Esort. ap. Evangelii gaudium, 130). Nella fedeltà all’ispirazione iniziale del Fondatore e delle Fondatrici, e in ascolto delle tante forme di sofferenza e di povertà dell’umanità di oggi, saprete in tal modo far risplendere di luce sempre nuova il dono ricevuto; e tante e tanti giovani di tutto il mondo potranno sentirsi da esso attirati e unirsi a voi, per continuare a testimoniare la tenerezza di Dio.

cq5dam.web.800.800

Cari fratelli e sorelle, chiedo allo Spirito Santo di sostenere questa nuova tappa del vostro cammino come Famiglia carismatica camilliana. Benedico di cuore tutti voi, le vostre comunità e le persone che servite. Tutti. E per favore, continuate a pregare anche per me. Grazie.

Fonte: PRESS.VATICAN.VA

Saluto al Papa Francesco da parte del Superiore Generale dei camilliani Padre Leocir Pessini in occasione dell’udienza concessa ai membri della Famiglia Carismatica Camilliana.

Caro Papa Francesco,
siamo particolarmente emozionati e felici per la preziosa opportunità che ci ha concesso di poter incontrare la Sua persona, di ascoltare la Sua parola e di ricevere la Sua benedizione apostolica.
Chi siamo? Noi rappresentiamo i consacrati e le consacrate di diversi ordini ed istituti che si ispirano a San Camillo de Lellis – al suo carisma e alla sua spiritualità – presenti nel mondo di oggi, in oltre sessanta paesi, nei cinque continenti.
Siamo religiosi Camilliani; religiose Figlie di San Camillo; religiose Ministre degli Infermi di San Camillo; religiose Ancelle dell’Incarnazione; appartenenti all’istituto secolare Missionarie degli Infermi ‘Cristo Speranza’; all’istituto delle Kamillianische Schwestern (Austria) e all’istituto Stella Maris (Brasile); oltre a rappresentanti della Famiglia Camilliana Laica Internazionale.
9d136ed6-4985-11e9-ad24-1a53b97b7593_2019-03-18T135120Z_236229995_RC1A666AFDE0_RTRMADP_3_POPE-VATICAN-RZXAo3yGsHM3QUu5EoVnLQK-1024x576@LaStampa.itSiamo stati incoraggiati e ci siamo ispirati al messaggio che Lei ci ha donato per l’anno della Vita Consacrata (2015) e per il grande Giubileo della Misericordia (2015-2016): siamo stati sospinti con ‘docile persuasione’ a stare più uniti, a cercare con sempre maggiore creatività nuovi percorsi di collaborazione e di crescita spirituale e ministeriale. Questa Sua e nostra convinzione è la ragione fondante da cui è scaturito questo nostro incontro, che abbiamo appena celebrato a Roma.
Questo raduno, appena concluso, è un evento storico nel nostro itinerario carismatico alla ricerca di percorsi ecclesiali che respirino e che si animino di un rinnovato spirito di unità e di collaborazione.
Abbiamo riflettuto e condiviso le nostre esperienze a partire dal tema: “Quale profezia camilliana oggi? Tra passato, presente e futuro. Profezia tra la donna samaritana e il samaritano”.
Con questo nostro ‘stare insieme’ abbiamo cercato di valorizzare alcuni obiettivi: la nostra formazione permanente, la creazione di un’opportunità provvidenziale per conoscerci reciprocamente, la celebrazione della nostra fede, lo studio di progetti concreti per camminare, lavorare e sostenerci insieme.
Questo nostro raduno rappresenta anche una tappa importante di preparazione dei prossimi capitoli generali dei nostri istituti, che sono programmati per il prossimo anno 2020.
Siamo animati dalla passione per una efficace evangelizzazione del mondo della salute, nella cura delle persone ammalate, per continuare ad essere testimoni della premura e della misericordia di Dio, soprattutto nelle periferie del mondo, per continuare a sostenere e qualificare la guarigione samaritana dell’uomo ferito, fragile, stanco. Desideriamo continuare a vivere la prospettiva carismatica di san Camillo de Lellis, secondo l’ispirazione evangelica che nella Chiesa e con la Chiesa possiamo alimentare ed implementare.
A nome di tutti i confratelli e di tutte le consorelle, ringrazio il Signore per il dono speciale di poterLa incontrare; ringrazio la Vostra Paternità per la Sua attenzione: conserveremo nella nostra memoria con affetto e premura il ricordo di questa giornata!
Le assicuriamo il nostro affetto, la nostra stima e la nostra fraterna preghiera.
In ascolto della Sua parola, Le chiediamo la Sua paterna benedizione. Grazie!

Pellegrinaggio sulle orme dei nostri Fondatori

Una mattinata all’insegna della spiritualità quella vissuta dalle Superiore provinciali e Delegate riunite a Grottaferrata per alcuni giorni di approfondimento del nostro carisma. Un’entrare nelle orme dei nostri amati Fondatori: nella Chiesa di Sant’Andrea delle Frate, dove la Madre Giuseppina è stata battezzata; nella Chiesa dei Santi Vincenzo e Anastasio dove risiedeva il Padre Luigi Tezza… passando per il Palazzo Carpegna che nel 1892 ospitava le Suore del Cenacolo, e dove la Madre Giuseppina ha incontrato il P. Tezza.

E poi un incontro di preghiera nella Casa Madre dove i Fondatori ci hanno amato ed hanno offerto la loro vita per noi…

Giovani e anziani – Salta (Argentina)

Incontro con i giovani – Fatima (Portogallo)

“Oggi la nostra comunità ha accolto sette gruppi di giovani del 7°e 8°anno di catechismo della diocesi di Leiria/Fátima. Il tema era: Raccontati, scopri e condividi. Sono stati momenti importanti per gli adolescenti in quanto hanno potuto ricevere molte luci sulla chiamata di Dio. E noi, come consacrate Camilliane, abbiamo potuto sentire la gioia della condivisione, con la accoglienza nella comunità, la visita al Santissimo, l’incontro in sala dove abbiamo presentato un video con la vita del nostra Istituto, il carisma, i Fondatori, e abbiamo potuto raccontare la speranza di avere presto la canonizzazione della Madre Vannini. Suor Nathalie ha raccontato la sua storia vocazionale. Nella dinamica di gruppo i ragazzi hanno ricevuto un breve testo biblico che potrebbe servire per il loro discernimento vocazionale. Como ricordo, la comunità ha offerto una crocetta di legno con scritto sopra: “essere felici”.  Ed anche alcune immaginette dei fondatori e un libricino della Beata Giuseppina. È stato anche molto bello che una malata, Irene Rosa, (consacrata laica della famiglia delle Paulista secolare, accolta dal 19 dicembre scorso) ha dato la sua testimonianza sull’assistenza ricevuta da noi in questi mesi di convalescenza nella nostra comunità. E’ stato un esempio di come possiamo vivere il nostro carisma.”

Carnevale con i nonni – San Antonio de Areco (Argentina)

Siamo già in quaresima, però ci fa vedere che anche i nostri ospiti della Casa di Riposo di San Antonio de Areco, hanno festeggiato nella gioia e nella fraternità i giorni di carnevale!!!

Ritiro per docenti della Scuola P. Luis Tezza – Buenos Aires (Argentina)

Un momento di riflessione e approfondimento organizzato dalle sorelle per tutto il personale docente della Scuola dal titolo: “Se vuoi, Ti accompagno nel cammino…”

53560560_999547200236206_4817719701310275584_n

Cento foto di un cuore – Filippine

Celebrazione eucaristica, alle 2 del pomeriggio, nella cappella delle Figlie di San Camillo. Ha presieduto la Solenne Celebrazione Eucaristica P. Bon Arimbuyutan, MI, con lui ha celebrato P. Jose de Dios. La celebrazione è stata animata dai canti del coro San Camillo di Talamban, Cebu.

March 5, 2019: Eucharistic Celebration at 2 p.m. – Daughters of St. Camillus Chapel. Main Celebrant: Rev. Fr. Bon Arimbuyutan, MI. Concelebrant: Re. Fr. Jose de Dios. Choir: St. Camillus Choir, Talamban, Cebu…

53916329_832135200457080_4659507661769801728_n

53845670_832134893790444_213860741088804864_n

Incontro della Famiglia Carismatica Camilliana

Image 2019-03-10 at 17.36.44(3)

Primo giorno

“A nome dei Ministri degli Infermi (Camilliani) offro il benvenuto a tutti i partecipanti a questo evento storico di carattere inter- congregazionale: il raduno della Famiglia Carismatica Camilliana, che riunisce tutte le espressioni originali, istituzionali (religiosi e laici) che nel tempo si sono ispirate a San Camillo de Lellis, al suo carisma e alla sua spiritualità.

1213

‘I carismi non sono consegnati ad una istituzione o a un gruppo perché li custodisca; piuttosto si tratta di doni dello Spirito dati alle persone, integrate nel corpo ecclesiale attratti verso il centro che e Cristo’.

Leggi l’intervento del Superiore generale, P. Leo Pessini

L’arrivo del Cuore di San Camillo – Filippine

Tutte le foto dall’arrivo del Cuore di San Camillo all’aeroporto di Cebu fino all’arrivo nella cappella della nostra casa!!!

Il grazie che viene dal cuore!!! – Georgia

Un vivo ringraziamento ai nostri cari amici di Noicattaro; che ci hanno preparato dei pacchi con i vestiti e altro.Vi saluta con affetto la comunita’ di Gori.Il Signore vi benedica.Siate certe che vi ricordiamo nelle nostre preghiera e vi aspettiamo presto in Georgia.

Il passaggio di San Camillo!!! – Barra da Estiva (Brasile)

San Camillo continua a donare consolazione interiore, gioia del cuore e tanta pace in quest’anno vocazionale camilliano!

CELEBRAÇÃO EM HONRA DE SÃO CAMILO em BARRA DA ESTIVA (BA) como parte do ANO VOCACIONAL CAMILIANO.

Rinnovo del mandato missionario per le sorelle della nuova comunità del Paraguay

Pagliacci, sfilata e tanti colori al carnevale con gli anziani di São Paulo (Brasile)

CARNAVAL em nossa CASA DE REPOUSO de São Paulo. Todo o pessoal de trabalho. as Pensionistas juntamente com seus familiares, Irmãs e Aspirantes se confraternizaram ontem numa bela festa onde não faltou alegria.

Festa di carnevale – Spagna

Finalmente è arrivato il grande giorno! … Dopo una settimana preparando i costumi, provando le murgas e organizzando tutto, è arrivato il momento di mostrare le nostre opere originali. Abbiamo fatto una divertente sfilata in cui c’era un po ‘di tutto, i biscotti di Mary, le uova fritte, le belle pecore lanose e, naturalmente, tutta la nostra collezione pret a porter …. Dai, ci siamo divertiti!!! Oggi non abbiamo ricordato dolori e acciacchi , perché c’è stato solo spazio per il sorriso e il divertimento. Certo, abbiamo cantato le murgas che avevamo preparato e abbiamo ballato al ritmo di sfrenate.

¡Por fin llegó el gran día! … Después de una semana de trabajo preparando disfraces, ensayando murgas y organizando todo, ha llegado el momento de lucir nuestros originales trabajos. Hemos tenido un divertido desfile en el que ha habido de todo un poco, galletas María, huevos fritos, simpáticas ovejas lanudas, y cómo no, toda nuestra colección pret a porter…. Vamos,que nos lo hemos pasado genial. Hoy no nos hemos acordado de los dolores ni los achaques, porque sólo ha habido espacio para la sonrisa y la diversión. Por supuesto, hemos entonado las murgas que habíamos preparado y hemos bailado al rítmo de los bailes más desenfadados.

Il cuore di San Camillo in mezzo a noi – Filippine

La reliquia del cuore di San Camillo arriva nella Queen City del Sud, Cebu. E’ stata accolta dalle Figlie di San Camillo all’aeroporto di Mactan-Cebu con un entourage molto vivace composto da operatori sanitari, religiosi di diverse congregazioni, membri del clero e pazienti stessi. Un corteo la seguì dall’aeroporto fino alla casa per anziani gestita dalle Figlie di San Camillo. Centinaia di persone stavano aspettando l’arrivo del Santo. I riti di benvenuto sono stati presieduti da p. Dan Cancino, seguita dalla venerazione della preziosa e reliquia e poi della S. Messa di presieduta da p. Bon Arimbuyutan. Con lui hanno concelebrato i membri del clero dell’Arcidiocesi di Cebu. Verso le 19:00, il Superiore provinciale dell’Ordine degli Agostiniani scalzi, p. Luigi Kershbhamer ha presieduto la Celebrazione Eucaristica concelebrata dei padri dell’OAD, il parroco di san Isidro, p. Noli Rendon e i padri Camilliani. A conclusione l’agape fraterna per  tutti coloro che hanno partecipato con piatti tipici filippini.

The heart relic of St. Camillus arrives in the Queen City of the South, Cebu. It was welcomed by the Daughters of St. Camillus in Mactan-Cebu airport with a very vibrant entourage composed of the health workers, religious from different congregations, members of the clergy and patients themselves.
A motorcade followed from airport to the House for the elderly managed by the Daughters of St. Camillus. Hundreds of people are waiting for the arrival of the Saint. The Welcome rites presided over by Fr. Dan Cancino, Mi started the visit then veneration followed and the welcome mass presided by Fr. Bon Arimbuyutan and members of the clergy of the Archdiocese of Cebu. At around 7PM, the OAD Provincial Superior, Fr. Luigi Kershbhamer,OAD led the Holy Eucharist with concelebrants from the OAD fathers, san Isidro Parish priest, Fr. Noli Rendon and Camillian fathers followed by Salo-Salo for all those who attended. The venation ended on the 1st day cebu journey at around 10PM. 

La gioia di donare – Paraguay

Incontro inter religioso e nuove amicizie – Cuba

IMG-20190108-WA0022

Amare la Madre Giuseppina e trovarla insieme – Grottaferrata

La cappella della casa generalizia si veste di festa per rendere grazie a Dio per il dono della Beata Madre Giuseppina Vannini nel giorno della sua nascita al Cielo. Bellissima celebrazione presieduta da don James, parroco di San Pio X, don Pierguido parroco di San Giuseppe (unità pastorale di Grottaferrata); insieme al diacono Luigi, della diocesi di Frascati; e padre Francisco religioso camilliano, nostro cappellano. Hanno partecipato tanti amici conoscenti e devoti della Beata. Durante la sua omelia don James a sottolineato la figura della Beata Vannini come una donna profondamente innamorata di Dio, che ha vissuto con pienezza la chiamata al servizio di Dio imitando Gesù Samaritano, che ci ha insegnato come prendersi cura del povero, come bisogna amare il sofferente, come bisogna chinarsi per fasciare le ferite del sofferente. La missione che ogni figlia spirituale deve assumere, non è soltanto a parole, ma viverla completamente, rendere la missione della Vannini attuale anche oggi.

La gioia di accogliere un Padre – Barra da Estiva (Brasile)

In continuità con l’ANNO VOCAZIONALE CAMILIANO: Arrivo dell’immagine pellegrina di SÃO CAMILO in BARRA DA ESTIVA (BA).

Em continuidade ao ANO VOCACIONAL CAMILIANO: Chegada da imagem peregrina de SÃO CAMILO EM BARRA DA ESTIVA (BA).

Cogliere l’occassione del carnevale per donare gioia!!! – Resende Costa (Brasile)

Festa di carnevale a Lar São Camilo a Resende Costa (MG). E ‘stato molto vivace, gli anziani erano molto animati e desideravano di continuare la festa!!!

Festa de carnaval no Lar São Camilo em Resende Costa (MG). Foi muito animada. Querem mais. Eta povo animado

Cerchiamo la semplicità – Arequipa (Perù)

La parrocchia “Buen Pastor” celebra la festa della nascita della beata Giuseppina Vannini in cielo. La parrocchia del “Buon Pastore” di Arequipa ha onorato la Beata Madre Vannini con una celebrazione eucaristica; la cappella era piena di parenti, ospiti, conoscenti, amici e devoti della Beata Giuseppina Vannini. Durante l’omelia, hanno evidenziato una caratteristica della loro spiritualità: la loro semplicità. Vorrebbe dire: “La vera devozione non è fare molte preghiere e devozioni, nemmeno con parole vane.” Dobbiamo cercare la santità nella semplicità, la giustizia nel nostro lavoro, la gentilezza per tutti, in breve, nel fare tutto bene.

Arequipa (Peru): Paróquia “Buen Pastor” celebra a Festa do Nascimento ao Céu da Beata Josefina Vannini. A paróquia do “Bom Pastor” de Arequipa, homenageou a bem-aventurada Madre Vannini, com uma celebração eucarística; a capela se encheu de parentes, convidados, conhecidos, amigos e devotos da Beata Giuseppina Vannini. Durante a homilia, eles destacaram uma característica da sua espiritualidade: sua simplicidade. Ele gostava de dizer: “A verdadeira devoção não é fazer muitas orações e devoções, nem em palavras vãs. Devemos procurar a santidade na simplicidade. A justiça em nosso trabalho, a bondade com todos, em suma fazer tudo bem.Cogliere l’occassione del carnevale per donare gioia!!! – Resende Costa (Brasile)

Laurea in economia di suor Pauline – Ougadougou (Burkina Faso)

Le sorelle della comunità del Burkina condividono con noi la grande gioia per l’obiettivo raggiunto da Suor Pauline nel difendere la sua tesi nel Master in Economia.

Ougadougou (Burkina Faso) : Graduação em Economia de Ir. Pauline. As irmãs da comunidade de Burkina compartilham conosco, a grande alegria pelo objetivo alcançado pela Irmã Pauline, ao defender sua tese no Mestrado em Economia. Tudo é para a maior glória de Deus e para o bem dos nossos irmãos mais necessitados. Parabéns Querida Irmã!!!

L’emozioni del primo Sì – Buenos Aires (Argentina)

Sabato scorso, 23 febbraio, con grande gioia, abbiamo celebrato il 108° anniversario della nascita al cielo della nostra Madre Fondatrice, la Beata Giuseppina Vannini. Nel quadro di questa bella celebrazione abbiamo gioito dell’ingresso nell’aspirantato di Gabriela e Gimena. La Superiora Provinciale, Sr Angélica Benítez ha consegnato loro i segni significativi dei  primi passi di questo cammino di formazione: la Croce, la Bibbia e il Rosario. Chiediamo a nostra Madre Celeste, a San Camillo e ai nostri Beati Padri Fondatori di accompagnarli in questo nuovo percorso.

El pasado sábado 23 de Febrero con gran gozo festejamos el 108 aniversario del nacimiento al cielo de nuestra madre fundadora la Beata Josefina Vannini. En el marco de esta hermosa celebración hemos recibido con mucha alegría a Gabriela y a Gimena a la etapa del aspirantado, donde recibieron los signos (cruz, biblia y rosario) para dar los primeros pasos en este camino de formación. Pedimos a Nuestra Madre del Cielo, San Camilo y a nuestros Beatos Padres Fundadores que las acompañe en este nuevo camino.

Un cuore pieno di amore – Filippine

Un percorso che attraverso diverse parrocchie e luoghi delle Filippine sta conducendo il Cuore di San Camillo nella nostra casa di Cebù dove arriverà il 3 marzo!!!

Workshop di preparazione al carnevale 2019 – Spagna

Dal 18 al 22 febbraio i nostri anziani hanno lavorato coscienziosamente per ottenere alcuni meravigliosi costumi che indosseranno nella prossima festa di carnevale. Cartoncini, lana e cartone… sono stati i nostri grandi alleati per dare forma a questi abiti divertenti che hanno illuso i nostri residenti per alcuni giorni. Abbiamo progettato uova fritte, biscotti Mary, abiti hawaiani e persino pecore e leoni … tutto è pronto per il grande giorno. Abbiamo anche provato alcuni “murgas o chirigotas” che un gruppo canterà in quel giorno di festa. Dalle canzoni popolari conosciute da tutti come “Cielito lindo” o “Anda jaleo”, abbiamo cambiato i testi con un divertente tono di umorismo per ridere insieme. Grazie a tutti per il vostro impegno e dedizione!

TALLER MENSUAL DE PREPARACION PARA EL CARNAVAL 2019

Del 18 al 22 de febrero nuestros mayores han estado trabajando concienzudamente para obtener unos maravillosos disfraces que podrán lucir en la próxima fiesta de carnaval. Cartones, lanas, cartulinas, bolsas de basura… han sido nuestros grandes aliados para dar forma a estos divertidos atuendos que han ilusionado durante unos días a nuestros residentes. Hemos diseñado huevos fritos, galletas María, trajes de hawaiana y hasta ovejas y leones… todo está listo para el gran día. También hemos ensayado algunas murgas o chirigotas que ese día festivo entonaremos en grupo. A partir de canciones populares conocidas por todos como “Cielito lindo” o “Anda jaleo”, hemos cambiado las letras con un divertido tono de humor para pasar un buen rato. Os dejamos unas fotos para que os hagáis idea del fabuloso trabajo del que una vez más han respondido como la ocasión merecía. ¡Gracias a todos por vuestro empeño y dedicación!

Festeggiando la nascita al cielo di Madre Giuseppina Vannini

Ospiti innamorati dei fiori – Atibaia (Brasile)

Il cuore di San Camillo nelle Filippine

Un cuore che si regala in tutte le latitudini… suscitando fiducia e soave trasformazione interdire…

Una mattinata inebriata d’amore…

Nel cuore della notte si è svegliato un vento impetuoso, che si è divertito con porte e tapparelle, cercando di entrare anche lui nella casa… Stamattina, continua ad ululare intorno al piccolo Santuario della Casa Madre, che nascosto dietro la facciata gialla dei soliti palazzi del centro di Roma, rumoreggia dell’andirivieni delle suorine, che danno gli ultimi tocchi di preparazione alla affettuosa entrata di una giovane nella comunità…

L’ambiente, austero e cordiale, dove le ragazze amano restare, è profumato di mimose e fresie e conquistato della luce di una giornata splendida che si intrattiene dentro grazie alle ampie finestre che danno sul giardino. Mentre si accordano chitarre e tastiera, il campanello non ha sosta e dischiude ovazioni di accoglienza fra i ragazzi che si abbracciano festosi!!! Tutti insieme, fra canti e preghiere, ci ritroviamo attorno all’altare per una consegna confidente e piena di lode. Eleonora si dona al Signore, con un nuovo gesto di fiducia nel suo cammino di vita consacrata.  Così nella stanza Santuario dove visse e morì la Beata Giuseppina Vannini, Eleonora si inginocchia ai piedi del Cuore Immacolato di Maria e si abbandona nelle sue mani…