News 12

Ponle Corazón – Linares (Cile)

Oggi è stato lanciata la nuova campagna di solidarietà per aiutare  l’Hogar San Camilo. Lo slogan della campagna è “Ponle corazón” (Mettici il cuore) promossa attraverso i mezzi di comunicazione sociali, che gode dell’appoggio del municipio e di molte persone di buona volontà…

“Una grande attività che si sta organizzando nella città di Linares per aiutare le Figlie di San Camillo, – ha detto Mario Meza, Alcalde della città – e che concluderà il sabato 14 di luglio, con la presentazione di uno show musicale in modo da dare a tutti la possibilità di collaborare con quest’opera meravigliosa”.  “Non ho parole per ringraziare ha detto Sr Herminia, Superiora della comunità, notevolmente commossa – grazie mille di cuore”.

L’impresa privata Banco BBVA ha portato regali per i cinquanta nonni dell’Hogare. “Ci si augura – ha puntualizzato Marcelo Podea del Banco BBVA – che anche altre imprese cooperino e si inscrivano come soci, per dare il loro apporto in modo che quest’opera possa affermarsi col tempo e che noi come Linarensi siamo capaci di mantenerla… ” I nonni sono molto felici, molto contenti con questa campagna che intende sensibilizzare la popolazione locale. “Credo che questo sarà molto buono per i nostri cari anziani – ha asserito il Signore Jaime Torres, Produttore dell’evento – credo che i nostri nonni se lo meritano e aspettiamo che la gente goda di un bel spettacolo e collabori con gli anziani”. Un’opera caratterizzata da molto affetto e speranza e tutti si augurano  che abbia l’esito atteso e possa raggiungere gli obiettivi di collaborare con l’Hogar San Camilo. “È una sfida bellissima, una sfida solidaria – ha concluso Cecilia Rojas, Direttrice di TV5 Linares – noi dei mezzi di comunicazione siamo tutti motivati! E ci auguriamo che la comunità si motivi come lo siamo noi!!! Ce la metteremmo tutta, e saremmo felici nel portare avanti questa campagna per riuscire che il maggior numero di persone si associ all’Hogar in modo permanente”.

Incontro e condivisione nella Pastorale della Salute – Salta (Argentina)

La Pastorale per la Salute dell’Arcidiocesi di Salta vuole evangelizzare il mondo della salute, portando la luce e la grazia di Gesù risorto a coloro che soffrono e a coloro che si prendono cura di loro, contribuendo alla costruzione di una società sana e solidale al servizio del vita, in dialogo con tutte le organizzazioni che lavorano in questo campo. In questo momento decisivo per l’Argentina nella lotta per la vita ha organizzato una giornata di riflessione della Pastorale della salute con mons. Mario Cargnello.

La Pastoral de la Salud de la Arquidiócesis de Salta quiere evangelizar el mundo de la salud, llevando la luz y la gracia de Jesús resucitado a los que sufren y a quienes los cuidan, contribuyendo en la construcción de una sociedad sana y solidaria al servicio de la vida, en diálogo con todos los organismos que trabajan en este campo. En este momento determinante para la Argentina en la lucha por la vida ha organizado una jornada de reflexión de la Pastoral de la Salud con monseñor Mario Cargnello.

Ringraziamo tutte le persone che hanno collaborato per rendere questo possibile e il nostro consigliere padre Víctor Hugo Díaz. Ringraziamo gli agenti della cura pastorale della salute delle parrocchie e degli ospedali della città e delle diverse località che erano presenti. Ringraziamo anche tutti i professionisti della salute che hanno condiviso le loro esperienze.

Agradecemos a todas las personas que colaboraron para que fuera posible y a nuestro asesor el padre Víctor Hugo Díaz. Agradecemos a los agentes de la pastoral de la salud de las parroquias y hospitales de la ciudad y de las diferentes localidades del interior que se hicieron presentes. Agradecemos tambien a todos los profesionales de la salud que compartieron sus experiencias.

Testimoni dell’amore – Villarrica del Espíritu Santo (Paraguay)

Sr Eliane e Sr Maddalena incontrano Mons. Adalberto Martínez Flores, nuovo vescovo nominato dal Papa Francesco per la diocesi di Villarrica del Espíritu Santo, la stessa diocesi di María Felicia di Jesús Sacramentato, conosciuta come “Chiquitunga”, che è stata beatificata questo sabato 23 giugno ad Asunción de Paraguay.

35963805_1090733754435964_4304459444307099648_n

Visita al Santuario della beata Maria Felicia di Jesús Sacramentato, Carmelita scalza. “Solo  chiedo amore per amare”, erano le sue parole che oggi ispirano milioni di giovani del Paraguay e della Chiesa intera.

La gioia di andare – Ungheria

36002414_1090750064434333_3875438575608659968_n

Il Signore si prende cura di noi – Sinop (Brasile)

A Sinop se uno pianta tutto dà (come ha già detto Pero Vaz). Fatevelo dire da Suor Auxiliadora, Suor Clemilda e Suor Andreza, che stano con le prove in mano del Suo amore (queste meravigliose papaya giganti).

Em Sinop, em se plantando, tudo dá (Como já disse Pero Vaz). Que o digam a Ir. Auxiliadora, a Ir. Clemilda e a Ir. Andreza, estão com as provas na mão (ou com o mamão na mão).

36235949_1090541361121870_3330923317606481920_n

Insieme per amare – Sri Lanka

Dal 15 al 21 giugno le sorelle della comunità dello Sri Lanka hanno avuto la gioia di ricevere la visita della superiora provinciale dell’India, Suor Anila Komputhukil.

Ti amo mio Dio – Paraguay

Le sorelle con un gruppo molto speciale di giovani del Paraguay! Ti amo mio Dio
Solo Tu conosci ogni parte dell’anima mia e nonostante mi dici che mi ami…

36028204_2082183322108567_3658465898785669120_n

Bellissimo incontro in Paraguay, i regali del Signore che ci riempiono di gioia!!!

New Phototastic Crtwollage

Una missionaria nel cuore

Suor Antonia è ripartita piena di gioia verso la sua cara Ungheria e le ungheresi l’attendevano con desiderio!!! Insieme a Lei la festa per Sr Lucia è diventata più bella!!!

Il primo “Tejetón” dell’anno – Argentina

Ieri le nonne dello Spazio Tessuto riuscirono a sommare 40 pezzi fatti a due ferri e decisero di unirle per fare delle mante per i letti dei bambini ospiti di “Gotitas de Esfuerzo” (Piccole gocce d’impegno) in Bariloche al sud dell’Argentina dove fa molto freddo durante l’inverno.

El primer Tejeton del año!!
Ayer las abuelas del Espacio de Tejido contaron 40 mantitas que decidieron unirlas para hacer mantas de una plaza para los chicos del comedor Gotitas de Esfuerzo en Bariloche.

Investigazione e Padre Luigi Tezza – Lima (Perù)

 “La ricerca nel campo della salute” è il tema dell’incontro sull’investigazione organizzato per e dagli studenti della Scuola Padre Luis Tezza di Lima in Perù.

Partendo da una magistrale apertura con la prolusione del Prof. Daniel Córdova Sotomayor, gli studenti hanno presentato i risultati e le conclusioni dei loro elaborati di investigazione su diversi temi di interesse con competenza e professionalità. Hanno guidato la presentazione dei problemi, della ricerca di studi precedenti di riferimento, l’analisi dei dati, la formulazione degli obiettivi generali e specifici, calando l’attenzione degli studi su problematiche reali a livello sociale. Una eccellente iniziativa per familiarizzare gli studenti con le sfide dell’investigazione infermieristica e motivargli a non smettere mai di prendersi cura dei reali problemi dei fratelli e di ciò che non è stato ancora approfondito e rilevato.  Congratulazioni alla scuola, agli organizzatori e a tutti gli studenti che hanno presentato i loro poster, i loro progetti e le loro esperienze di ricerca. Ogni giorno seminando più passione per la scienza e la ricerca.

I giovani modelli camilliani

Da Villamagna cittadella natia del venerabile Nicolino sono venuti oltre 50 concittadini per onorare il “Proprio Figlio”, guidati dal Parroco Don Andrea, e le nipoti Nicoletta e Virginia con i relativi sposi e figli e nipoti… Al termine della celebrazione eucaristica S. E. Mons Paolo Ricciardi ha salutato calorosamente le nipoti Virginia e Nicoletta che ha incontrato nella Casa natia del venerabile in Villamagna, dove una settimana addietro si è recato “Pellegrino” per conoscere il luogo che lo ha visto nascere e incontrare il fratello Tommasso e la sposa Chiarina. Nella minuscola stanza dove il venerabile ha chiuso gli occhi nella sera del 12 giugno 1964 il Vescovo si è fermato in preghiera e meditazione, chiedendo ancora una volta al giovane studente camilliano una speciale assistenza all’inizio del suo servizio pastorale nel campo della sofferenza della Diocesi di Roma, “Mandato apostolico” ricevuto da Papa Francesco… Il postulatore dei Camilliani, p. Luigi Secchi, che ha curato e seguito il processo canonico di canonizzazione presenta al Mons Ricciardi la Positio edita dalla Congregazione delle Cause dei Santi.

Il valore dell’investigazione

La scuola per infermieri Padre Luigi Tezza, apre la IV giornata per gli studenti sull’investigazione (con valore accademico di un credito). Invitante e suggestivo il titolo scelto: “L’investigazione nel campo della salute. Nuove sfide di fronte all’inquadratura qualitativa.”

enfermera-tezza

Giornata mondiale dell’ambiente a Swanthana – India

“Chi pianta gli alberi ama gli altri oltre a se stesso”. Ognuno di noi ha la responsabilità di prendersi cura dell’ambiente in cui viviamo. Noi di Swanthana abbiamo fatto la nostra parte celebrando e creando consapevolezza sulla Giornata Mondiale dell’Ambiente piantando diversi tipi di piante nel nostro orto. Alcuni di loro diventeranno arbusti, alcuni da scalatori e altri alberi. Che gioia essere in mezzo alla bellezza della natura e quale gioia nutrire questo impegno nelle generazioni a venire…

World Environment Day at Swanthana

“He that plants trees loves others besides himself.” Each one of us has the responsibility to take care of the environment we live in.We at Swanthana did our share of this by celebrating and creating awareness about World Environment Day by planting different kinds of plants in our own garden. Some of them will grow to be shrubs , some to be climbers and some will be trees. What a joy to be amidst beautiful nature and what more joy to nurture it for generations to come…

Non sono qui io che sono tua Madre – Medellín (Colombia)

Apostolato Missionario dei Bambini di Medellín che celebrano la festa della mamma nella casa per le persone della Terza Età delle Figlie di San Camillo.

Apostolado de Misión Niños Medellín celebrando el día de las Madres en el hogar de Abuelitas de las Hermanas hijas de San Camilo. 

Aqueça alguem nesse inverno – Sao Paulo (Brasile)

Panama pronta ad accogliere 300mila pellegrini da tutto il mondo

Delegati in rappresentanza di circa 80 conferenze episcopali e 38 movimenti e comunità internazionali che si sono riuniti in questi giorni a Panama City hanno incontrato il comitato organizzatore locale e le istituzioni della Gmg per discutere dell’evento imminente e condividere l’entusiasmo e le speranze dei giovani cattolici per l’incontro con il Papa

Attesi 300mila pellegrini e 5mila volontari da tutto il mondo

Secondo i dati del comitato organizzatore locale della Gmg, Panama è pronta ad accogliere almeno 300mila pellegrini registrati, accompagnati da sacerdoti e vescovi, e circa 5mila volontari internazionali che condivideranno con gli altri il loro talento e la loro fede. La maggior parte arriverà probabilmente dai Paesi dell’America centrale, tanto più che 9 di questi Paesi hanno ricevuto con grande entusiasmo e devozione i simboli della Gmg: la Croce e l’icona della Madonna Salus Populi Romani. “Teniamo presente che stiamo preparando prima di tutto un evento di salvezza”, ha ricordato l’arcivescovo Mirosław Adamczyk, nunzio apostolico a Panama, riferendosi alle testimonianze di molti giovani che hanno scoperto l’amore di Dio attraverso la preghiera di fronte alla Croce della Gmg e attraverso la Giornata Mondiale della Gioventù stessa.

Accoglienza e gioia – Matelândia (Brasile)

La comunità di Matelândia ha ricevuto la visita della Superiora provinciale, Suor Odila accompagnata da Suor Amelia che hanno colto l’occasione per festeggiare con stile junino. Come se non bastasse c’era ancora paia arrostita.

A comunidad de Matelândia recebeu a visita da nossa Provincial, Ir. Odila e da Ir. Amélia e aproveitou para festejar com estilo junino. Como se não bastasse o mio cuzido ainda teve paia açada.

Testimoni viventi del Vangelo – Erval Velho (Brasile)

Suor Mercedes o zia Mercedes come piaceva chiamare il popolo di Erval Velho-SC ha ricevuto un bellissimo omaggio essendo decorata come cittadina onoraria della città. Questo succede solo a coloro che lasciano dove passano il buon odore di Cristo. Congratulazioni Suor Mercedes per la sua testimonianza e il nostro ringraziamento ai cittadini di Erval Velho per la considerazione che hanno avuto della missione della nostra sorella.

IRMÃ MERCEDES OU TIA MERCEDES como gostavam de chamar o povo de Erval Velho-SC recebeu uma linda homenagem sendo condecorada como cidadã honorária da cidade. Isto somente acontece com aqueles que deixam por onde passam o bom odor de Cristo. Parabéns Ir. Mercedes pelo seu testemunho e nosso agradecimento aos cidadãos de Erval Velho pela consideração com nossa Irmã.

Tezza e festa junina – Sao Paulo (Brasile)

Pezzi di danze dei nostri studenti alla Festa Junina 2018

Trechos das danças de nossos alunos na Festa Junina 2018

Il dono di essere un papà – Cebu (Filippine)

Benedizioni di tutti papà durante la celebrazione della Santa messa. Buona festa del papà a tutti i papà di tutto il mondo!

Blessings of all the fathers during the holy mass celebration. Happy fathers’ day to all the fathers all over the world!

Noi stiamo bene qui – Linares (Cile)

Nell’Hogar San Camilo di Linares è arrivato il sottosegretario del servizio sociale Sebastian Villareal per concretizzare l’offerta di un sussidio di 20 milioni di pesos. “Stiamo compiendo ciò che avevamo promesso – ha detto il Sindaco Pablo Milad –  che è consegnare questa cambiale d’aiuto all’Hogar che ha bisogno non solo di 20 milioni ma anche di molto aiuto.”

Notevolmente emozionata la direttrice dell’Hogar, Sr Hermina Huaman Paico, ha desiderato esprimere la sua gratitudine: “Ringrazio infinitamente. Con molta speranza attendevo io questo granellino di sabbia, il nostro Intendente l’aveva già detto: «non è molto ciò che si dà, ma bisogna continuare a sperare».”

“I nonni siamo felici – ha confidato la Signora Marina Tapia, ospite dell’Hogar – questo ci garantisce un buon soggiorno, perché noi stiamo bene qui! E siamo riconoscenti a tutti coloro che hanno collaborato.” “È tutto un lavoro collaborativo – ha incalzato il Sottosegretario del servizio sociale, Sebastián Villareale – qui non dona solo il governo, il nostro deputato, ma anche il municipio. È un’alleanza lavorando in maniera congiunta. Qui, insieme alle sorelle possiamo presentare questa offerta per gli adulti maggiori in modo che possano essere bene assistiti con tenere cure.”

Claudia Jorquera, Capo della Provincia di Linares manifestò di essere “felice di stare qui per dare questo contributo presentato dal municipio per venire incontro alle necessita degli adulti maggiori. Desidero ringraziare a tutta la comunità di Linares, specialmente alle autorità che hanno reso possibile questo e alla direttrice dell’Hogar San Camilo che ha reso possibile che si concretizzi oggi questo aiuto da parte del Presidente Sebastián Piñera.

C’è stato anche un incontro con la “Primera Dama” María Cecilia Morel Montes per chiedere una contributo speciale che impedisca la chiusura dell’Hogar e che permetta di continuare a prenderci cura degli adulti maggiori di Linares.

La Madre in Brasile

Le sorelle del Brasile salutano la Carissima Madre Zelia Andrighetti e l’avvolgono del loro affetto e vicinanza.  Essere un cuor solo ed un’anima sola nel Cuore Sacratissimo di Nostro Signore, in questa santa unione troviamo forza e coraggio!!!

Eucaristia e rendimento di grazie – Buenos Aires (Argentina)

Gioia, riconoscenza e serenità, quella espressa dalle sorelle ai piedi dell’altare con una partecipata Celebrazione Eucaristica di congedo che conclude la visita pastorale della nostra Carissima Madre Zelia Andrighetti fra le sorelle dell’Argentina.

Portare il Vangelo della Misericordia in Ungheria

Suor Lucia, Sr Marife e Sr Laura in un’incontro di preghiera con gli studenti del Collegio Sant’Amerigo in occasione della festa del Sacro Cuore di Gesù. Hanno dedicato un momento ha parlare anche del carisma camilliano.

Giovani insieme

«La Chiesa ha deciso di interrogarsi su come accompagnare i giovani a riconoscere e accogliere la chiamata all’amore e alla vita in pienezza, e anche di chiedere ai giovani stessi di aiutarla a identificare le modalità oggi più efficaci per annunciare la Buona Notizia. Attraverso i giovani, la Chiesa potrà percepire la voce del Signore che risuona anche oggi».

35226845_1968123953262202_7559160690276040704_n
Suor Patricia Rodriges con alcune giovani (Brasile)

Prendersi cura delle persone anziane

Se sei interessato a lavorare nel settore della salute come assistente agli anziani, e vuoi svolgere questa funzione nelle case di cura o direttamente a casa, vieni a seguire il corso nel più prestigioso College della zona nord di San Paolo: il Collegio Padre Luiz Tezza, con certificato Internship. Inizio immediato!!!

35114064_681169112231111_4138947940343349248_n

Curso de cuidador de idosos
Se você tem interesse em atuar na área da Saúde como cuidador ( a ) de idosos, e quer exercer a função em Clínicas de repouso, ou diretamente no domicilio, venha fazer o curso no mais conceituado Colégio da Zona Norte de São Paulo. Colégio Padre Luiz Tezza
– Com Certificado-Apostila-Estágio. Inicio imediato!!!

Mutual relations between the clergy and the consecrated persons – Cebu (Filippine)

Il comitato sulla Vita Consacrato della Società di Diritto Cannonico delle Filippine in collaborazione con il Tribunale della Arichidiocesi di Cebu ha organizzato un avvincente  incontro su: Mutue relazione fra i Clerici e le Persone consacrate. Il religioso claretiano p. Eli Ayuban ha parlato dell’importanza della “comunione” tra il vescovo diocesano, il clero e le congregazioni religiose di preti, suore e persone consacrate per rafforzare i rapporti, favorire la collaborazione e, soprattutto, rafforzare le relazioni reciproche tra loro. In linea con i programmi diocesani, ha affermato: “È molto utile giacché dal momento in cui il clero e le persone consacrate si comunicano tra loro, dimostrano che hanno un Dio di comunione e tutto è possibile lavorando insieme per una missione comune. ” “Il Papa è un Papa di comunione e parla non solo di cristiani e cattolici ma di tutti i popoli di diverse fedi e promuove la pace, la riconciliazione e il dialogo ed è uno dei principali fautori di questa comunione.”

The Committee on Consecrated Life of Canon Law Society of the Philippines, in collaboration with the Archidiocese of Cebu’s Tribunal for all Cases organized a Conference on mutual relations between the clergy and the consecrated persons. The Claretian religious Eli Ayuban talked about the importance of “communion” among the diocesan bishop, the clergy, and the religious congregations of priests, nuns and consecrated persons to strengthen relations, foster camaraderie, and most importantly, reinforce mutual relations among themselves. In line with the diocesan programs, he said, “It is very helpful because the moment the clergy and the consecrated persons are communing with one another, it shows that we have a God of communion and everything is possible by working together for a common mission.” “The Pope is a pope of communion and he talks about it not only among Christians and Catholics but among all people of different faiths and he promotes peace and reconciliation and dialogue and it is one of the main proponents of this communion.”

Sinodo dei giovani – Speciale Figlie di San Camillo

logovero

Come giovani Figlie di San Camillo, siamo in cammino di formazione, un cammino con tante sfide ma anche con tanta gioia e soprattutto speranza. Quella speranza che ci porta a dare ogni giorno un nuovo passo verso l’orizzonte e la pienezza della nostra vita come Camilliane. La croce rosa, segno dell’amore e della passione di Cristo è anche la nostra passione e l’amore con cui vogliamo vivere, con più cuore nelle mani e più cuore nel cuor.

In questo cammino, siamo noi tutte, giovani Figlie di San Camillo di ogni continente, unite e guidate dallo Spirito che ci rinnova e apre a nuovi orizzonti, nuove strade, nuovi Sì.

Nascere al Vannini, un miracolo d’amore – Ospedale Madre Giuseppina Vannini (Roma)

25587752_389980624748908_5282035273979639906_o

Tezza e robot – San Paolo (Brasile)

Una lezione diversa che resterà incisa per sempre nella memoria di nostri alunni di 2° anno…

Uma aula diferenciada que ficará marcada para sempre na memória dos nossos alunos do 2º ano!

“Con un poco de todos hacemos mucho” – Linares (Cile)

20180602_120714

Con la colletta “con un poco de todos hacemos mucho” (con un po’ di ciascuno possiamo fare molto) la generosità di tante persone ci ha permesso di poter provvedere e servire i nostri anziani più bisognosi e abbandonati, con il cuore nelle mani e con tanti beni di prima necessità, ci ha incoraggiato nella nostra missione di misericordia e ha fatto esplodere di gioia i nostri cari ospiti!!!

Ayudemos al Hoagr de Chile

Ringraziamo tutti coloro che hanno desiderato condividere con noi questa stupenda avventura della misericordia!!!

Il nostro Dio è tutto “cuore”

DSC_0464t

Colui che è il nostro Dio, sobbalza dentro di amore per il misero ed il lato oscuro del suo amore appassionato si tramuta in amore paterno e materno verso il piccolo… eccesso di amore sofferente… L’amore oblativo è l’unica realtà che lo muove. Il cuore di Dio è amore a fondo perduto.

Celebrando l’amore – Ospedale Madre Vannini (Roma)

“Il giorno 25 Maggio 2018 Nascita di San Camillo, abbiamo avuto la gioia di celebrare la festa del personale che ha compiuto 25 anni di attività lavorativa nel nostro ospedale “Madre Giuseppina Vannini”, e come segno di riconoscenza per il  loro prezioso servizio svolto in questi anni con grande passione e dedizione, secondo gli insegnamenti di San Camillo de Lellis, cui questa struttura si ispira, si è voluto realizzare questo giubileo nel rendimento di grazie a Dio e nella condivisione gioiosa e fraterna con tutta la comunità religiosa e ospedaliera con la  Solenne Celebrazione Eucaristica  presieduta  da S.E. Rev.ma Mons. Paolo Ricciardi, Vescovo ausiliario di Roma per la Pastorale della salute, a seguito di un momento conviviale e la premiazione ai festeggiati nel nostro auditorium”.

NBA Global Camp 2018 e San Camillo Treviso

Oggi presso l’Ospedale San Camillo di Treviso sono presenti tutti i ragazzi dell’ Nba Global Camp 2018, per approfondimenti diagnostici, che si tiene a Treviso dal 02/06 al 05/06. Grazie per aver scelto la nostra struttura, ne siamo onorati.

In ascolto dello Spirito

In preparazione al Sinodo dei giovani, l’incontro delle giovani Figlie di San Camillo

Non abbiate paura di ascoltare lo Spirito che vi suggerisce scelte audaci, non indugiate quando la coscienza vi chiede di rischiare per seguire il Maestro.

logoveroStiamo accompagnando con gioia la preparazione al prossimo Sinodo dei Vescovi sui giovani, dal 03 al 28 ottobre 2018 sotto il titolo “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, nella cui riunione preparatoria – realizzata a Roma dal 19 al 24 marzo scorso – ha preso parte una delle nostre juniori, che per divina coincidenza, è la nostra prima vocazione del Kenya: Sr Jacinta Kilonzo. Sinodo significa “camminare insieme, nella stessa via e nella stessa direzione…”. Camminare insieme con tutte le sorelle perché tutte hanno qualcosa da dire d’importante. A Roma ci sono tante iniziative di ogni genere per rendere più proficuo questo momento di grazia per i giovani, la Chiesa, le famiglie e l’umanità. Per questo anche noi, in cammino con la Chiesa e in comunione con essa, vogliamo ascoltare e motivare le nostre giovani e rispondendo alla loro richiesta, abbiamo deciso di realizzare il “sinodo delle juniori Figlie di San Camillo” presso la Casa Generalizia a Grottaferrata, dal 28 dicembre 2018 al 04 gennaio 2019.

 Fate sentire il vostro grido, lasciatelo risuonare nelle comunità e fatelo giungere ai pastori.

Il cammino per la realizzazione del sinodo delle giovani Figlie di San Camillo dovrebbe seguire le seguenti tappe: dopo questa lettera di comunicazione con allegato il questionario, il gruppo delle juniores della Provincia, Delegazione o Casa devono incontrarsi per un periodo di riflessione e condivisione per rispondere anche alle domande. Le risposte vengono inviate alla casa Generalizia (mail: sinodofscjuniori@gmail.com). Per le sorelle che sono all’estero, cioè, Provincie e Delegazioni, le juniori sceglieranno 1 o 2 rappresentanti – secondo il numero delle juniori e le possibilità – perché partecipino al “sinodo delle juniores Figlie di San Camillo” a Grottaferrata, per insieme fare una sintesi delle riflessioni (vi chiediamo di mandarci un contatto via mail per comunicazioni ufficiali e confermare la vostra presenza entro la fine novembre per una migliore organizzazione). Per le juniores residenti a Grottaferrata, Torpignattara e Casa Madre il pre-sinodo si terrà dal 24 al 01 agosto 2018 presso la Casa Generalizia di Grottaferrata dove avremo delle conferenze e rifletteremo insieme rispondendo anche alle domande.

Vi benedico nei Cuori Sacratissimi di Gesù e di Maria Immacolata. In unione di preghiera, con affetto. Madre Zelia

Corpus Christi 

La Celebrazione della Solennità del Santissimio Corpo e Sangue di Cristo all’ospedale “Madre Giuseppina Vannini” di Roma.

Tutte ai piedi di Maria – Filippine

La gioia delle Figlie di San Camillo quando vivono il loro darsi a Maria in ogni angolo della terra.

Feast celebration of the visitation of Mary! With our dear lolos and lolas assisted by sisters, staff, intern caregivers and OT students.

La gioia della misericordia – Matelândia (Brasile)

Ed è quasi pronta la casa di riposo di Matelândia – PR. Rendiamo grazie a Dio per la realizzazione di un’altra opera dove si potrà praticare il nostro carisma e diffondere l’amore misericordioso di Cristo.

E está quase pronta a casa de repouso de Matelândia – PR. Rendemos graças a Deus pela realização de mais uma obra onde se poderá praticar nosso carisma e difundir o amor misericordioso de Cristo.

Prendendoci cura degli anziani più bisognosi – Linare (Cile)

Il sostegno del governo è stato reso pubblico alle religiose della Congregazione Figlie di San Camillo attraverso un progetto di finanziamento. “Gli anziani sono una preoccupazione fondamentale per il nostro governo, perché possano vivere con dignità e avere una buona qualità della vita. Non appena abbiamo saputo delle esigenze di questa casa, ci siamo messi al lavoro per aiutarli in qualche modo. Conosciamo l’importante lavoro svolto dalla Congregazione a Linares ed è per questo che siamo venuti ad annunciare questo aiuto, i 20 milioni che consegneremo entro i prossimi giorni e l’applicazione del programma ELEAM di Senama “, ha detto il sindaco Milad.

Infine, le autorità hanno assunto un altro impegno nei confronti della comunità, in quanto il sindaco Milad ha affermato che darà priorità al progetto di ricostruzione della casa, in modo tale che rispetti tutti gli standard di assistenza e possa ricevere un centinaio di anziani, raddoppiando la copertura attuale. Dopo il positivo incontro, la Superiora dell’Istituto delle Figlie di San Camillo, Sr. Herminia, ha espresso con emozione: “Ringrazio infinitamente tutte le autorità. Stiamo attraversando un periodo difficile e, con questo supporto, ci rendiamo conto di quanto è apprezzato il lavoro che svolgiamo. Vogliamo migliorare le condizioni dei nostri anziani e vogliamo offrire loro una migliore qualità della vita”.

Hoagr San Camilo Chile
La Superiora Sr Hermina con il Sindaco Pablo Milad; il Seremi di sviluppo Sociale, Juan Eduardo Prieto; al Capo della Regione, María Claudia Jorquera; all’Alcalde Mario Meza; all’Economa Generale, Sr Ines insieme a Sr Mery e ad altre autorità del governo, della casa.

Se hace publico el apoyo del Gobierno a la Congregación religiosa Hijas de San Camilo atravéz de un projecto de finanziamento. “Los adultos mayores son una preocupación fundamental para nuestro Gobierno, para que vivan con dignidad y tengan una buena calidad de vida. Apenas supimos de las necesidades de este hogar nos pusimos a trabajar para poder ayudarlos de alguna forma. Sabemos la importante labor que hace la congregación en Linares y por eso vinimos a anunciar esta ayuda, los 20 millones que entregaremos dentro de los próximos días y su postulación al programa ELEAM de Senama”, señaló el intendente Milad.

Por último, las autoridades hicieron otro compromiso con la comunidad, ya que el intendente Milad aseguró que priorizará el proyecto de reconstrucción del hogar, para que cumpla con todos los estándares de atención y pueda recibir a cien adultos mayores, doblando su actual cobertura. Tras la positiva reunión, la superiora del Instituto Hijas de San Camilo, sor Herminia, manifestó emocionada que “agradezco infinitamente a todas las autoridades. Lo estamos pasando mal y, con este apoyo, uno se da cuenta de la labor que realizamos. Queremos mejorar la condición de nuestros adultos mayores y queremos darles una mejor calidad de vida”.

Maggio e Maria
La nostra meravigliosa Superiora ha cercato di far partecipare alla processione della fine del mese di Maggio tutte le sorelle, così abbiamo organizzato una celebrazione mariana molto originale… pochi passi e molto amore, un bellissimo rosario animato con canti tradizionali, petali di rosa e azzurri flambeaux illuminati da un bellissimo sole che ancora splendeva… però così anche le sorelle maggiori con le carrozzine hanno potuto partecipare!!! È stato bellissimo!!! Alla fine abbiamo avvolto la Madonna con una rosario gigante fatto da palloncini colorati mentre tutte insieme cantavamo a Lei!!!
DSC_0298
San Camillo – Trento
Festa di San Camillo celebrata per il personale, per i malati e famigliari il giorno della nascita del Santo della Carità 25/05/1150 – 2018.
La Santa Messa è stata celebrata dal cappellano padre Fausto Negrini, camilliano. Hanno concelebrato i padri camilliani e i sacerdoti della casa del clero.
Ci stata una forte partecipazione da parte del personale, ammalati, parenti ed amici e con un momento conviviale si è conclusa la festa.
Animazione al Centro Sportivo – Brasile
Un evento al Colegio Tezza di São Paolo per genitori degli studenti, studenti e docenti con la partecipazione del rinomato gruppo di infermeria che istruiva sul controllo della pressione arteriosa, della glicemia e del peso. L’animazione era a carico di un istruttore internazionale di zumba e superdance per genitori e figli insieme. Altre attività erano relazionate con il benessere e la salute offrendo una dieta ricca di frutti naturali, succhi naturali e sandwich integrali…
Onore e responsabilità – San Paolo (Brasile)
Questa settimana la nostra direzione e il coordinamento sono stati presenti nella convenzione del sistema di istruzione Anglo. Sono stati 2 giorni di momenti salienti! E oltre ad ogni contributo ricco di lezioni e conoscenze, la nostra scuola è stata onorata con il trofeo leone d’oro, un omaggio dopo 10 anni di collaborazione con il sistema.

Complimenti al Colégio Padre Tezza per la collaborazione con il Sistema Anglo e per tutto lavoro sviluppato dalla squadra del collegio.

32222236_384751315344759_7133724401282842624_n

Nessa semana nossa Direção e Coordenação estiveram presentes na Convenção do Sistema Anglo de Ensino.
Foram 2 dias de momentos marcantes! E, além de toda contribuição rica em palestras e conhecimentos, nossa escola foi presenteada com o Troféu Leão de Ouro, uma homenagem aos 10 anos de parceria com o sistema que mais aprova nos vestibulares.
Obrigado, Anglo pela lembrança e parceria!

Parabéns ao Colégio Padre Tezza pela parceria com o Sistema Anglo e por todo trabalho desenvolvido pela equipe do colégio.

 

Facebook Camilliane Fsc

E’ già attiva la pagina facebook Camilliane Fsc.  Perchè “La Chiesa sente di non poter far mancare la propria voce, per essere fedele alla missione che la chiama ad annunciare a tutti il Vangelo della misericordia. I media ci offrono potenzialità enormi per contribuire, con il nostro servizio, alla cultura dell’incontro” (Papa Francesco). È questa passione che sentiamo premere dentro e che ci spinge a voler raccontare il bello… “L’incontro tra la comunicazione e la misericordia è fecondo nella misura in cui genera una prossimità che si prende cura, conforta, guarisce, accompagna e fa festa. In un mondo diviso, frammentato, polarizzato, comunicare con misericordia significa contribuire alla buona, libera e solidale prossimità tra i figli di Dio e fratelli in umanità.” (Messaggio per la Giornata delle Comunicazioni sociali 2016).

Facebook Camilliane Fsc

DSC_0297

Strumenti del Suo amore – Gori (Georgia)

Perché quando servire è amare… lo spazio della carità avvolge dentro e trasforma il percorso quotidiano in un cammino di novità e di gioia!!! Perché la misericordia è il cuore pulsante del Vangelo (Gaudete et exsultate 97). Essere misericordiose per Cristo misericordioso, perché abbiamo fatto esperienza del Suo amore e Lui ci ha scelti come strumenti del Suo Cuore…

Un bellissimo pellegrinaggio – Cotonou (Benin)

Le sorelle della comunità di Zinvié (Suor Edith e Sr Michelle) della comunità di Yevié Ospedale (Suor Monique, Suor Liette e Suor Virginie) hanno partecipato ad un pellegrinaggio dei religiosi e delle religiose della diocesi di Cotonou a Vekky al villaggio del Lago, santuario mariano per il pellegrinaggio dei malati. E’ stata una bellissima giornata di lunedì dopo Pentecoste: per la prima volta questa anno dedicata a Maria Madre della Chiesa.

Animazione persone maggiori – Argentina

In occasione della festa patria del 25 maggio, le sorelle ed il personale della casa per le persone della Terza Età di San Antonio de Areco hanno organizzato un momento conviviale con la sorpresa di vestiti tradizionali!

Vivere l’amore misericordioso di Gesù verso gli infermi

Il dono di donarci ai fratelli

La suggestiva aula capitolare della Casa Madre dell’Ordine dei Ministri degli Infermi, offriva una idonea cornice ad un Convegno Carismatico su: “Essere martiri della carità ai giorni nostri”. Un interessante incontro per condividere riflessioni e risonanze nel giorno della festa dei Martiri Camilliani della carità. Nella accesa profondità di questa corale celebrazione veniva lanciata una proposta che è una sfida e un approdo: CADIS (Camillian Disaster Service International).

Questa caratteristica dell’amore che si dona anche con pericolo della vita deve caratterizzare anche la nostra vita di consacrazione oggi – ha esordito padre Aristelo Miranda, Direttore del CADIS – siamo chiamati a vivere la nostra offerta della vita con rinnovata creatività, fondati sempre sul Vangelo: “Questo è il mio comandamento, che vi amiate gli uni gli altri come io vi ho amato. Nessuno ha un amore più grande di questo, dare la vita per i propri amici”. Perché noi camilliani abbiamo il quarto voto di servire gli infermi anche con pericolo della vita e la nostra vita consacrata non si realizza al di fuori di questo quarto voto, per cui CADIS è una risposta concreta a questa chiamata al martirio della carità. Sì, i disastri naturali nei paesi a basso reddito sono una chiamata e una sfida, e la nostra presenza camilliana non è lontana da queste realtà.

La nostra mision è allora quella di offrire interventi compassionevoli, competenti e ordinati, fondati sull’amore e sulla misericordia di Gesù con San Camillo nel nostro cuore. Attraverso un ascolto attivo delle vittime più povere caratterizzato dalla trasparenza. Nelle fasi del soccorso, ricovero, resilienza e attenzioni ai diritti delle persone colpite.

Tutto ciò perché noi siamo chiamati a vivere il Vangelo nel cuore dei credenti, in mezzo ad una esperienza di popolo. Il martire è colui che si identifica con Cristo – ha detto padre Giuseppe Cinà – sottolineando che “questa vita che vivo nella carne, la vivo nella fede” cioè in una relazione  fiduciale con il Signore. Con la consacrazione religiosa riceviamo un dono, che ci rende capaci di donarci ai fratelli.

CADIS è un ministero che fa parte del carisma e permette di vivere il quarto voto – ha condiviso fratel Luca Perletti, trasmettendoci tutta la passione della sua esperienza nei diversi interventi di soccorso nelle catastrofi naturali, con squisito senso di piccolezza e di riconoscenza per il dono di questa missione. La storia camilliana si raggruma nei momenti di calamità. Camillo ne è il precursore, e ci invita a correre, ad andare senza pregiudizi per spargere l’olio della solidarietà, della compassione. Questo è il nostro primo mandato: Vivere l’amore misericordioso di Gesù verso gli infermi. CADIS permette di vivere la generosità allo stato puro, lavora nell’invisibilità e ci permette di donarci nella provvisorietà. E’ un’occasione per dare vigore al massimo grado al quarto voto, per mettere al centro la comunità vittima ed insieme ad essa vedere come agire. VEDERE – GIUDICARE – AGIRE privilegiando coloro che sono esclusi e meno favoriti.

Il convegno si è arricchito dalla pregiata partecipazione di Mons Bruno-Marie Duffé, Segretario del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale. Mons Duffé ci ha spiegato che il lavoro di questo dicastero è il dialogo per ottenere una cura della società e una cura dei poveri. La dinamica dell’uscita dunque per mettere in pratica la chiamata ad Abrahamo: “va ad un paese che non conosci per trovare il mondo dell’alleanza”. Uscire allora per toccare  ed essere toccati dai poveri, ascoltare e incontrare l’altro. Rompere con la cultura dello scarto (segno inquietante dell’oggi) e dare considerazione, dare amore in una esperienza mutuale di cura e di ospitalità. Incontrare per costruire una relazione e convertirci all’amore di Gesù e celebrare la misericordia.

Alla scuola dei nostri Martiri della Carità il Convegno si è concluso con una solenne celebrazione eucaristica nella Chiesa santuario della Maddalena presieduta da Mons Bruno-Marie Duffè che ci ha guidato ad una più approfondita riflessione sul Vangelo celebrato: “la parola di fiducia e di amore fra due persone è forte, ma la parola di chi ha dato la sua vita ai poveri è una parola che non passa. E’ una parola di cura, di sostegno, di assistenza ai poveri. Un cammino di umanità che facciamo insieme. Dio dà potenza alla Sua parola e questa parola è amore, una fonte di benedizione e di salvezza. La parola d’amore, più forte di tutto, più forte della morte è il nostro sì. Un sì umile e vero. E’ libertà e amore che trova la sua perfezione nel Sì di Dio che regala nella Sua misericordia la grazia della fedeltà a questo sì. Regala lo Spirito Santo. Ecco il cammino.”

La festosa liturgia è stata concelebrata da p. Leocir Pessini, Superiore generale dei camilliani, da p. Laurent Zoungrana, Vicario generale, da p. Aristelo Miranda, direttore del CADIS e da altri sacerdoti camiliani. Hanno partecipato fratel José Ignacio Santaolalla Saèz, Economo generale e Presidente del CADIS, Madre Lauretta Gianesin, Superiora generale delle Ministre degli infermi con le sue sorelle, Sr Sabine Zida, Consigliera generale delle Figlie di San Camillo con un gruppo di sorelle, numerosissimi collaboratori e amici. La celebrazione è stata animata dal coro filippino che ha dato un tocco di missionarietà e di freschezza nella fede.

La nascita di CADIS

Ripercorrendo la nostra storia, una delle testimonianze più importanti della missione dell’Ordine, arriva dai confratelli che per primo esposero la propria vita per il prossimo: i nostri Martiri della carità. Durante gli anni delle grandi pestilenze in Italia, 240 Camilliani morirono (1589-1855) nell’esercizio della carità; un sacrificio che suscitò nei confratelli tanta edificazione e devozione da accendere una santa gara nell’offrirsi nell’eroico servizio (cfr F. Ruffini, La vita per Cristo, 1993).

 Cosa facciamo

Nel 2015, 98,6 milioni di persone sono state colpite da disastri naturali e 22.773 persone sono morte (cfr UNISDR, 2016). A questi dati allarmanti i Camilliani hanno deciso di dare una risposta attraverso l’istituzione della Fondazione CADIS, un’organizzazione umanitaria e di sviluppo senza scopo di lucro. CADIS è al servizio delle esigenze umanitarie, psicosociali-pastorali e di sviluppo delle persone colpite dai disastri naturali e non. E’ un’espressione dell’impegno e del sostegno dell’Ordine alla missione umanitaria globale testimoniando la misericordia e la compassione di Cristo a coloro che sono malati, sofferenti e popolazioni più vulnerabili.

Chi siamo

CADIS è composta da laici, religiosi (sorelle, fratelli e sacerdoti) e organizzazioni che condividono la propria missione e rispettano gli insegnamenti e i principi sociali cattolici e la spiritualità camilliana del servizio ai malati e alle sofferenze anche a rischio della propria vita.

www.cadisinternational.org

Amare ed essere misericordiosi anche con pericolo della vita

La giornata dei religiosi Camilliani martiri della carità ha il pregio di ricordare la vita eroica di oltre 300 Camilliani (seminaristi, oblati, novizi, religiosi fratelli e sacerdoti) che sono morti nel servire le vittime nei diversi focolai di pestilenza in Italia, Spagna, Ungheria e Croazia durante i primi quattro secoli dell’Ordine. E’ una testimonianza dell’esercizio esemplare del quarto voto dei Camilliani: servire gli ammalati “anche con pericolo della stessa vita”.

Senza titolo-1

Durante i periodi di pestilenza, i religiosi dell’Ordine dei Ministri degli Infermi hanno dato ampie e commoventi testimonianze della loro capacità, abilità e prontezza nel servire le persone contagiate, ben consapevoli del rischio che il contesto comportava. Il quarto voto deve essere la stella polare, fonte di gioa e di grande soddisfazione per la vocazione e il ministero camilliano.

L’atto eroico, l’entusiasmo e la disponibilità dei nostri confratelli ad accettare la morte nel servire gli ammalati nel nome del Signore ci sproni ad offrire il nostro servizio e la nostra testimonianza, oggi, nel mondo e della salute e nella Chiesa. Una giornata perché il fare memoria e il celebrare ci porti ad imitare la loro testimonianza di amore misericordioso per Cristo presente nei fratelli infermi in modo sempre più accurato, pertinente e significativo.

Preghiera e vocazioni

33058875_1660546964061158_4549995448944820224_n

Incontro di preghiera per le vocazioni organizzato dalla Pastorale vocazionale di Salta (Argentina). Le foto parlano da sole!!! Ringraziamo tutti coloro che amano le vocazioni per il loro impegno in questa straordinaria missione!!!

Una famiglia per gli anziani – Hogar Morgan (Argentina) 

Pentecoste – Polonia

Pentecoste in Polonia
Alla vigilia della cerimonia di Pentecoste, si è svolto un incontro della provincia polacca dell’Ordine dei Ministri degli Infermi a Zabrze, il momento più importante dell’incontro è stata la Santa Messa in comune, presieduta dal Superiore provinciale. L’omelia per l’occasione è stata data dal Padre Generale Leocir Pessini. Anche le sorelle camilliane, hanno partecipato all’Eucaristia. Riassumendo la visita canonica, ha incoraggiato tutti i religiosi a continuare a crescere nell’amore per i malati e i sofferenti.

Incontro con le famiglia – Ungheria

Suor Lucia, Suor Laura e Suor Marife partecipano all’incontro con le famiglie della diocesi di Nagy Kállo che tradizionalmente si tiene il lunedì dopo la Pentecoste con la Santa Messa celebrata dal Vescovo.

33143376_1065268860315787_6340640810127589376_n

33221544_1065270630315610_6760484265722380288_n

Na Hungria as irmas Lucia, Laura e Marife participam de um encontro com as famílias da Diocese de Nagy Kàllo. Tradicional em toda segunda-feira após Pentecostes com Santa Missa celebrada pelo Bispo.

Giovani e vocazione (Polonia)

Incontro dei giovani nella Parrocchia San Francesco a Chorzów. Giornate di intensa riflessione con momenti forti di preghiera e catechesi guidate da p. Adrian della comunità “Beta” di Katowice. Il sabato sera abbiamo fatto la Via Lucis e poi la Adorazione al Santissimo Sacramento fino a mezzanotte. Abbiamo potuto parlare ai giovani del nostro carisma e della figura di San Camillo. Siamo rimaste molto soddisfatte dell’impegno dei giovani nel discernimento della loro vocazione e della loro serietà nei momenti di riflessione e preghiera.

Sr Paola

Veglia di Pentecoste – Ungheria

32893592_1063880193787987_3239387922327142400_n

Testimoni gioiosi di Cristo – Pellegrinaggio della Diocesi di Opole (Polonia)

Pellegrinaggio dei consacrati della Diocesi di Opole e Gliwice al santuario Góra Świętej Anny (Monte Sant’Anna). La Santa Messa e stata presieduta da Sua Ecc.za Mons. Rudolf Pierskała, il quale ha sottolineato il messaggio dell’ultima Esortazione Apostolica di Papa Francesco “Gaudete et Exultate.” – Il Papa dice che il cammino verso la santità consiste in molti dettagli quotidiani. Non è necessario inventare qualcosa di straordinario, per esempio la puntualità, non pensare male degli altri, evitare il voler sapere le ultime notizie, non intrattenersi nella Cappella per evitare altri doveri, ecc.
Ha fatto anche un appello ai consacrati, di essere simili alle allegre allodole e non ai corvi gracchianti. Essere testimoni gioiosi di Cristo, non essere come dei corvi neri, lamentandosi di tutto, tristi. Tutti fuggono da un corvo cosi, alla gente non piace il continuo gracidare. Bisogna essere come le allodole. Hanno concelebrato numerosi sacerdoti. La basilica ha raccolto più di duecento persone consacrate, come pure i bambini di Prima Comunione Kolonowskie con i genitori e giovani che si preparano per la Cresima da Sławików.

Veglia di preghiera nella cappella della Casa Provinciale di Buenos Aires (Argentina)

Pentecoste Arguello
Incontro di preghiera in preparazione alla Pentecoste (Arguello – Argentina)
Pentecoste Lamego
Pentecoste con Maria a Lamego – Portogallo

Veglia di Pentecoste all’ospedale San Bernardo (Argentina)

Veglia di preghiera con la comunità di Grotta